Google+

Archivio giornaliero: 5 ottobre 2017

Solo i giornalisti possono condurre un notiziario radiofonico. Cassazione: esercizio abusivo della professione se non si è iscritti all’albo

Solo i giornalisti possono condurre un notiziario radiofonico. Con sentenza n. 41765/2017 la sesta sezione penale della Corte di Cassazione ha confermato la condanna per l’esercizio abusivo della professione di giornalista comminata un anno fa ad un conduttore radiofonico dalla Corte d’appello di Trento – Sezione Distaccata di Bolzano – per la violazione dell’art. 348 Cp. La motivazione della condanna, riassume Confindustria ...

Continua »

Il procuratore Roberto Campisi: “Ho subito una cocente ingiustizia”

Roberto Campisi è un magistrato in pensione dal primo gennaio dello scorso anno. Ha rivestito incarichi direttivi per 7 anni di procuratore capo a Ragusa e per 13 anni da capo della Procura di Siracusa. E’ stato coinvolto nei cosiddetti “Veleni alla Procura di Siracusa”, e dopo tante vicissitudini ha ottenuto dalla Corte di Cassazione l’assoluzione con formula piena. Malgrado ...

Continua »

Il caso della guardia giurata, lettera anonima: “La sua morte non fu per un incidente”

“Chi sa, parli”. Questo l’appello lanciato da Nella Campisi Nella ed Alessia Giuliana, rispettivamente moglie e figlia della guardia giurata Massimo Calogero Giuliana, morto il 4 marzo in circostanze ancora misteriose, mentre sull’auto di servizio, insieme con un collega, nel tentativo di ingaggiare un inseguimento, gli sarebbe partito un colpo in maniera accidentale dalla pistola d’ordinanza. La premessa è che ...

Continua »

Mafia, droga e affari, ‘ndrine calabresi, clan palermitani e picciotti siracusani: 25 gli arrestati

Stamane a Catania un’operazione antidroga della Squadra Mobile nei confronti di commercianti e spacciatori di droga che operano in diversi quartieri di Catania e nella provincia e che avrebbero collegamenti con le ‘ndrine calabresi e con gruppi di lavoro palermitani e siracusani. Gli uomini della squadra mobile della Questura di Catania, su delega della Procura Distrettuale, hanno eseguito 25 arresti in Sicilia e Calabria. Gli investigatori hanno potuto vedere ...

Continua »

Niente proroga ai “distaccati” dell’ex Provincia, Tribunale a rischio paralisi

Le attività giudiziarie in tribunale e in Procura rischiano la paralisi amministrativa nei prossimi giorni a seguito di un provvedimento di rientro del personale del Libero consorzio comunale, che è stato distaccato al palazzo di Giustizia di viale Santa Panagia. Scade, infatti, sabato il termine ultimo per il distacco di una parte dei 15 dipendenti dell’ex Provincia che dovrà fare rientro ...

Continua »

Siracusa, in agitazione di 25 lavoratori dell’azienda foreste

Prosegue la protesta dei 25 lavoratori dell’Azienda foreste, impegnate dal mese di aprile nel vivaio di contrada Spinagallo. <<La presa di posizione – spiega il segretario generale della Flai Cgil di Siracusa, Mimmo Bellinvia – scaturisce dal mancato pagamento dei salari. E per di più non stiamo parlando di una o due mensilità: questi lavoratori non sono mai stati pagati ...

Continua »

Melilli, scomparso l’ex deputato regionale Iano Sbona

E’ scomparso a Melilli all’età di 70 anni l’ex parlamentare regionale Sebastiano Sbona. Medico, dalla lunga carriera politica, Sbona ha  lottato a lungo con un male incurabile che lo ha consumato. E’ stato tre volte sindaco di Melilli, consigliere provinciale e vice presidente della Provincia regionale di Siracusa. Ha ricoperto la carica di deputato regionale nella tredicesima legislatura all’Assemblea regionale ...

Continua »

L’assassinio di Giuseppe Fava, vittima della mafia: era una penna scomoda

Giuseppe Fava. Giornalista e uomo carismatico. Apprezzato per la sua professionalità e il suo modo di vivere che ha dedicato la sua vita all’affermazione della verità e della giustizia; a raccontare quegli anni non sono solo gli amici e i familiari di Pippo Fava, ma anche la testimonianza, eccezionale e inedita di Angelo Siino, il pentito di Mafia (arrestato nel ...

Continua »

Siracusa. Perizia morte maresciallo dei carabinieri Silvia Gioia: il Gip vuol vederci chiaro

Siracusa. Sarebbero emersi alcuni dubbi dalla perizia sulla morte del maresciallo dei carabinieri Licia Silvia Gioia sulle cause della sua morte. Fissato per l’11 dicembre l’incidente probatorio, nel corso del quale sarà depositata la super perizia disposta dal Gip del tribunale di Siracusa, Carmen Scapellato, durante le indagini per la morte del maresciallo dei carabinieri Gioia, avvenuta la notte del ...

Continua »