Google+

Augusta, dipendenti sena salario accessorio: protesta il sindacato

Denuncia della Funzione pubblica della Cisl alla Procura regionale della Corte dei Conti ed al Servizio di Vigilanza e Controllo dell’assessorato regionale alle Autonomie Locali per ottenere dal Comune di Augusta il pagamento ai dipendenti comunali delle indennità relative alla performance per il periodo compreso tra il 2011 ed il 2016 e al salario accessorio per il 2017. Il segretario generale Daniele Passanisi, punta il dito contro l’inerzia mostrata dall’amministrazione comunale di Augusta sulla vicenda che penalizza il personale dell’Ente. Nessuna risposta è pervenuta dal Comune, al punto tale da essere condannato per condotta antisindacale dal Giudice del Lavoro di Siracusa.

 

La Fp Cisl ha stigmatizzato anche il silenzio del sindaco e giunta dopo il sit-in di protesta dello scorso luglio. “L’unica risposta ottenuta, a seguito del sit-in di protesta dello scorso luglio da parte dei dipendenti, è stata che l’erogazione del salario accessorio era subordinata all’approvazione del Bilancio di Previsione 2017/2019 – ha spiegato Passanisi – dopo di ciò, il silenzio più assordante. Se l’amministrazione ad oggi non è stata capace di predisporre ed approvare un bilancio, forse sarebbe meglio, per il bene di tutti, dimettersi da questo ruolo. Nel frattempo la Cisl Fp, non avendo un autorevole interlocutore a cui rivolgersi, è stata costretta a denunciare l’accaduto, con una dettagliata nota, alla Procura regionale della Corte dei Conti ed al Servizio Vigilanza e Controllo dell’assessorato regionale alle Autonomie Locali, per far luce su quest’assurda vicenda e restituire quella giusta dignità che meritano i dipendenti del comune di Augusta che, nonostante un’incredibile assenza di politiche relative al personale, continuano ad erogare servizi indispensabili alla comunità megarese con alto spirito di abnegazione”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*