Google+

Ambiente

Proposta la commissione sui beni culturali

I consiglieri comunali Carlo Gradenigo, Enzo Pantano, Laura Spataro e Pamela La Mesa hanno avanzato la proposta di istituire una commissione speciale a tutela dei beni culturali della città. “Nelle more – è scritto nel documento – che, anche grazie alle sollecitazioni da più parti provenienti, siano state fornite esaurienti risposte agli interrogativi legittimamente posti su progetti come Villa Abela, Castello Maniace, ci ...

Continua »

Petrolchimico. Ecco perché nessuno muore più di vecchiaia: gas, ceneri di pirite, benzeni, mercurio e arsenico

Gli abitanti del polo petrolchimico di Siracusa, Augusta, Melilli e Priolo, sanno di vivere in una delle aree più a rischio e inquinate d’Italia, dove le mortalità per tumori sono al primo posto in parallelo con Taranto, come confermano i dati del Centro tumori di Milano. È l’inferno sulla terra. Alle spalle, le grotte e le cave naturali o scavate ...

Continua »

Sicilia. Traffico dei rifiuti: quel cerchio magico che lega la discarica Cisma a quella di Camastra

La vicenda che interessa la discarica Cisma di Melilli e l’ex governatore della Sicilia Rosario Crocetta e i dintorni della spazzatura siciliana, è emersa con l’avviso di garanzia notificato lo scorso maggio e riguarda le autorizzazioni che l’ex governatore firmò nel 2016 per gli impianti della Cisma Ambiente di Melilli. Era la fase più critica dell’emergenza rifiuti in tutta la ...

Continua »

Inquinamento = impunità: ma ora la legge c’è, basta applicarla

Le inchieste giudiziarie sull’inquinamento dell’ambiente il più delle volte finiscono nel nulla. Si continua a dire che è tempo perso tanto non succederà niente. In una sorta d’impunità, un lasciapassare perpetuo, automatico, chissà per quale valore aggiunto verso le lobby della chimica e della raffinazione alla libertà d’inquinare. E alla domanda se qualcuno in Italia fosse stato condannato per inquinamento, ...

Continua »

Priolo. Inquinamento e depurazione, tra indagini, controlli, silenzi e omissioni

Indagini, tra silenzi, controlli, connubi e omissioni. È ancora l’inquinamento dell’ambiente a dominare la scena nel quadrilatero industriale siracusano. Nell’inchiesta della Procura di Siracusa aperta nel 2015 sull’inquinamento che ha portato al sequestro degli impianti delle raffinerie Esso e Isab, nel troncone stralciato nel 2017, sono indagati i direttori di molti stabilimenti e dei depuratori, sospettati della contaminazione dell’aria e ...

Continua »

Procura di Siracusa, inquinamento: lo stralcio dell’inchiesta principale coinvolge quasi tutti i vertici delle industrie

Si dice che la speranza è l’ultima a morire. Buone notizie per i residenti nei comuni industriali che sono ormai disperati perché colpiti dalla puzza e dai miasmi giorno e notte a turno regolare avvicendato, in base a come spirano i venti. È ancora aperto un altro troncone d’inchiesta della Procura di Siracusa sull’inquinamento nel petrolchimico siracusano in cui sono ...

Continua »

Inquinamento: interrogazione all’Ars dell’onorevole Elvira Amata

L’avvocato Paolo Cavallaro sulle tematiche dell’inquinamento ha diffuso il seguente comunicato stampa. “All’interno del quadrilatero industriale Priolo-Melilli-Augusta-Siracusa l’inquinamento ambientale ha ormai da tempo superato i livelli di guardia ma la situazione sembra però non interessare a nessuno e questo silenzio istituzionale appare assurdo oltre che increscioso. Rimanere a guardare, restando con le mani in mano, dopo le segnalazioni ricevute, sarebbe stato ...

Continua »

Sequestro impianti Esso e Isab: i consulenti della Procura entro 30 giorni eseguiranno i controlli sugli adempimenti

Sull’inchiesta che portò nel 2017 al sequestro preventivo degli impianti delle due raffinerie che insistono nel petrolchimico siracusano, come già pubblicato da queste colonne, i legali difensori di Esso Italia e Isab-Lukoil hanno depositato nel tempo utile stabilito per il 24 ottobre scorso le dichiarazioni di osservanza degli aggiornamenti degli impianti, così come prescritto dal Gip del tribunale di Siracusa ...

Continua »

Inchiesta Procura di Siracusa inquinamento: Esso e Isab depositano gli aggiornamenti degli impianti

Mentre i miasmi nel polo petrolchimico si sono moltiplicati, Esso Italia e l’Isab-Lukoil hanno depositato nel tempo utile stabilito per il 24 ottobre le dichiarazioni di osservanza degli aggiornamenti degli impianti, così come prescritto dal Gip del tribunale aretuseo, su richiesta della Procura di Siracusa. Comportamento che stride con la logica dei fatti, in una sorta di predicare bene e ...

Continua »

Inquinamento selvaggio. La class action lanciata da Granata: uno spiraglio in difesa dei cittadini avvelenati

Siracusa. Malgrado la maxi inchiesta sull’inquinamento selvaggio della Procura di Siracusa, i miasmi e la puzza non diminuiscono. Insistere è già vincere. Lottare è la speranza di centrare l’obiettivo. Nel 2013, Green Italia lancia una class action contro le industrie che inquinano. “Chi ha inquinato e avvelenato deve pagare senza essere tutelato o salvato dal consociativismo e da una politica ...

Continua »