Google+

L’Opinione

In Sicilia favorito il M5Stelle in accordo con Fava, Musumeci come la borsa sale e scende e un Pd in cerca di “equilibrio”

Le regionali di novembre in Sicilia segnano una corsa ad ostacoli verso il Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale siciliana con i suoi oltre 900 anni di storia è il primo Parlamento che fu istituito da Ruggero II nel 1097, dove i commessi ricevono gli ospiti con la divisa in grande gala, come i colleghi del Senato. La Sicilia è ...

Continua »

Corruzione, mafia, politica e malaffare criminalizzano la vita di tutti i giorni

La corruzione nella società moderna così come in politica è in crescita, attraverso una metodologia originale, che censisce ogni scambio illecito che coinvolge direttamente uomini politici anche all’interno di altri reati, come il concorso esterno in associazione mafiosa, il voto di scambio, ma anche in un quadro della corruzione ad ogni azione nei consigli comunali, regionali, alla Camera e al ...

Continua »

Il cavaliere D’Orio: “Ecco perché per le regionali scelgo Amenta”

Non ha dubbi su chi promuovere nelle elezioni del 5 novembre il Cavaliere della Repubblica D’Orio, avvocato e scrittore, e tira diritto affermando: “Non sono iscritto nel PD e anzi mi vanto di avere avuto nella mia vita unica tessera quella del (fu!) Partito Repubblicano Italiano ma per il rinnovo dell’ARS scelgo la concretezza e voterò Paolo Amenta” – il ...

Continua »

Politica & Affari. Quel ruolo dei partiti deviato dalle correnti nella Sicilia del malaffare

Sempre più partiti con le loro correnti, le liste civiche conniventi e i movimenti di comodo s’impossessano dello Stato e ne fanno un feudo personale da spendere nel gioco democratico. La democrazia stessa è così alterata, truccata, e finisce per lasciare spazio ad altro, per praticare il malaffare. Lo scopo del rinnovato Parlamento siciliano oggi è quello di riformare la ...

Continua »

Elezioni regionali. Claudio Fava, il federatore della Sinistra con la forma mentis del vincitore

L’opinione  Claudio Fava guiderà l’alleanza con Mdp, SI e Prc, compresa l’entrata nella squadra di Verdi e comitati e associazioni sparsi nell’arcobaleno della politica sociale in una Sicilia in cerca di riscatto, con un proposito, secondo alcuni analisti, al rialzo di consensi per un buon 15% iniziale, mentre non è possibile calcolare la percentuale dettata dalla rinascita della Sinistra e ...

Continua »

Elezioni regionali. Il Pd rimane impantano nelle polemiche mentre i bersaniani uniti a sinistra conquistano l’intera platea siciliana

L’opinione Il Pd diventa la casa delle polemiche a tutti i livelli. La composizione della lista per la provincia di Siracusa è stata travagliata e a tratti fuori controllo. Un partito che disconosce ormai il senso civico della politica. Bruciati uomini e mezzi, in un groviglio accordi e polemiche che alla fine potrebbero innescare un effetto domino che rischia di ...

Continua »

Potere & Segreti: a cosa serve e a chi la Massoneria?

L”opinione  Potere & segreti. Le logge massoniche degli Illuminati propagandavano la Fratellanza, ma il più delle volte la rappresentavano in maniera qualunquistica, con l’aguzzo pensiero per immaginare la divisione dei beni. In una sorta di cataclisma rivoluzionario che avrebbe portato il bene e la fratellanza sulla cattiva terra. Quale dunque il confine tra la Massoneria e la logica della società ...

Continua »

Siracusa, elezioni regionali: le manovre e i giochi tra alleanze, certezze e incognite

Nello scenario politico siracusano verso le regionali, il movimento 5stelle tira dritto cavalcando la tigre in tutta la Sicilia e a Siracusa avrà il suo seggio comunque, a prescindere dal nome nuovo o dell’uscente Stefano Zito. Forza Italia è il vincitore virtuale, anche se alla fine perderà con la forza dei numeri in possesso con i probabili candidati: Franco Zappalà, ...

Continua »

“Avanti” Renzi è in Sicilia, mentre il centrosinistra è la vittima predestinata del prossimo turno elettorale

Nella sua breve visita siracusana, Renzi non si è smentito e per certi aspetti è da ammirare. Perlomeno non è ipocrita, ma di contro è ancora peggio: presuntuoso, arrogante, e crede di essere il dio Fabulino, e non vorrei scomodare lo scrittore, Gian Maria Cipolla, sulla tenuta o meno dell’insensatezza. Stride la pochezza di spirito dimostrata e un mancato confronto ...

Continua »