Google+

Consiglio comunale, compatibile la posizione di Giuseppe Casella

Dopo la comunicazione del presidente Santino Armaro del venire meno della condizione di incompatibilità del consigliere Giuseppe Casella; e quella dell’assessore al Bilancio Gianluca Scrofani che ha annunciato il finanziamento, da parte della Regione, del nuovo Mercato ittico cittadino, si è entrati nel merito del nuovo Regolamento di Polizia urbana, illustrato nelle sue linee generali dall’assessore Salvatore Piccione

“Il nuovo Regolamento- ha detto Piccione- sostituisce il precedente armonizzandolo con tutta la normativa vigente e con le nuove esigenze di tutela, rispetto e decoro della città, del suo patrimonio e della convivenza civile. Detta, tra l’altro, le norme in materia di sicurezza urbana e di pubblica incolumità esplicitando meglio i dettati normativi della recente legge in materia di sicurezza urbana, la 48 dello scorso 18 aprile, che recepisce il Decreto Minniti. Così il Regolamento interviene per prevenire e contrastare le situazioni urbane di degrado o di isolamento che favoriscono l’insorgere di fenomeni criminosi, quali lo spaccio di stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione, l’accattonaggio con impiego di minori e disabili, e i fenomeni di violenza in generale; le situazioni in cui si verificano comportamenti quali il danneggiamento del patrimonio pubblico e privato o che ne impediscono la fruibilità e determinano lo scadimento della qualità urbana; le situazioni che costituiscono intralcio alla pubblica viabilità o che alterano il decoro urbano, in particolare quelle di abusivismo commerciale e di illecita occupazione di suolo pubblico; i comportamenti che possono offendere la pubblica decenza anche per le modalità con cui si manifestano, ovvero turbano gravemente il libero utilizzo degli spazi pubblici o la fruizione cui sono destinati o che rendono difficoltoso o pericoloso l’accesso ad essi, quali ad esempio la prostituzione su strada o l’accattonaggio molesto. Ma soprattutto ci permetterà di applicare il Daspo urbano per quanti hanno fatto del “parcheggiatore abusivo” la loro attività lavorativa. Oltre alla sanzione amministrativa e al sequestro dell’incasso rinvenuto, al parcheggiatore abusivo verrà notificato l’allontanato per 48 ore dai luoghi dove esercita l’attività se rientranti tra quelli individuati, oltre che dalla legge, anche dal nuovo Regolamento comunale. In caso di recidiva sarà applicato un ulteriore provvedimento di allontanamento per 6 mesi. In caso di recidiva si applicherà l’art. 650 del codice penale”.

Nel dibattito successivo sono intervenuti i consiglieri Di Lorenzo, Casella e Tota, che hanno plaudito all’iniziativa “Indispensabile per permettere alla Polizia municipale di operare con più ampi poteri”; e Bonafede, Princiotta ed Acquaviva che invece hanno avanzato riserve sull’efficacia del Regolamento che “Dovrà fare i conti con le risorse di personale e mezzi a disposizione”.

 Al momento della votazione dell’art.1 è poi venuto a mancare il numero legale. Si torna in aula alle 18.30, oltre che per il Regolamento, anche per approvare le prese d’atto delle misure correttive al rendiconto 2014, e del permanere degli equilibri di bilancio per il 2017. In seconda convocazione servono 16 consiglieri per la validità della seduta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*