Google+
Nicholas Rizzo scocca il tiro che da centrocampo sorprende il portiere reggino.

Coppa Italia, il Siracusa pareggia con la Reggina e passa il turno

SIRACUSA: Gomis, Di Sabatino, Daffara (71’ G. Fricano), Palermo, Fricano (46’ Rizzo), Turati, Del Col, Tuninetti, Vazquez, Catania (85’ Silva), Diop (89’ Orlando) All. Pagana
REGGINA: Confente, Kirwan, Conson, Redolfi, Zivkov (89’ Mastrippolito), Petermann, Bonetto (46’ Marino), Navas (71’ Franchini), Tulissi (64’ Emmausso), Sandomenico (64’ Ungaro), Maritato All. Cevoli
Arbitro: Carrione di Castellamare di Stabia – Assistenti: Severino (Campobasso) Pellino (Frattamaggiore)
Ammoniti: Bonetto, Maritato, Redolfi, Di Sabatino, Catania, Zivkov
Recupero: 3’pt, 4’st

Marcatori: 19′ Tulissi, 52′ Diop, 69′ e 82′ Rizzo, 89′ Maritato.

Rocambolesco pari fra il Siracusa e e la Reggina nell’ultimo turno eliminatorio della Coppa Italia di serie C. La squadra di Pagana ha ribaltato nella ripresa lo svantaggio accusato nel primo tempo ma poi si è fatta raggiungere nel primo dei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro Carrione. A guidare la squadra azzurra, alla sua prima partita in casa, sono due uomini d’esperienza come il centrale difensivo Turati e l’attaccante Catania.

L’avvio della sfida è equilibrato. Il 4-3-3 degli ospiti e il 3-4-2-1 dei padroni di casa sembrano annullarsi. Gli uomini di Cevoli  passano in vantaggio. Perfetto il tocco in profondità per Tulissi che, da destra, rientra sul sinistro e batte il portiere Gomis. Il vantaggio conferma la superiorità atletica e anche tecnica in campo della Reggina ma nella ripresa cambia il copione. Il Siracusa scene in campo più convinto. Dopo neanche sette minuti, Daffara, lasciato incustodito dalla difesa reggina,  piazza un pallone al centro area, Conson è in ritardo sulla torre di Vazquez che trova Diop che brucia sullo scatto Redolfi e Zivkov.

Al 69′ poi accade l’imponderabile: il neo entrato Rizzo vede Confente fuori dai pali e da centrocampo confeziona un gol incredibile. Ad andare più vicino al 2-2 in casa amaranto è Emmausso che ci prova due volte dalla distanza, ma sono gli aretusei a sfiorare il tris cogliendo una traversa con un colpo di testa di Vazquez con la determinante la deviazione di Confente.

A firmare il terzo ci pensa ancora uno straordinario Rizzo che realizza da palla inattiva, ovvero una punizione dal limite.

Sembra finita, ma la Reggina si scuote e trova la forza nel finale prima di accorciare le distasnze a un minuto dal novantesimo con Maritato che sfrutta un buco della difesa su servizio di Zivkov, poi Ungaro si fa trovare pronto su una corta respinta di Gomis a seguito di un tiro di Emmausso. Finisce 3-3, che basta al Siracusa a passare il turno proprio ai danni della Reggina.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*