Google+

Libero consorzio, deputati al capezzale del “malato”

Sala degli Stemmi piena per il preannunciato incontro tra il Commissario straordinario, dott.ssa Carmela Floreno (assistita dal segretario generale dott. Alberto D’Arrigo, dal rag. Capo dott. Antonio Cappuccio), la deputazione nazionale, l’ass. regionale alle Risorse agricole, Edy Bandiera, la deputazione regionale e le segreterie provinciali delle organizzazioni sindacali Cgil,Cisl, Uil, Csa, Ugl.

Svariati i temi trattati nel corso del lungo confronto. Quelli centrali, sollevati dal Commissario straordinario dott.ssa Floreno, riguardano l’esigenza di avere in tempi brevi interventi normativi specifici per potere garantire la vita amministrativa dell’Ente velocizzando la firma del decreto di nomina della commissione che dovrà gestire la fase del dissesto (con i creditori che attendono notizie), giacchè non possono utilizzarsi neanche i cosiddetti fondi vincolati (2018) che potrebbero consentire di dare risposte per quanto riguarda la viabilità e l’edilizia scolastica.

Ancora il Commissario Floreno ha posto l’accento sulla necessità di entrate certe che consentano al Libero Consorzio di redigere il bilancio, con la revisione del prelievo forzoso.

In ordine alla nomina della commissione che dovrà gestire la fase del dissesto, l’on. Stefania Prestigiacomo ha assicurato il massimo tempestivo impegno. Da parte delle due deputazioni, è stata garantita la massima attenzione verso le varie problematiche che hanno causato al Libero Consorzio  una gravissima crisi finanziaria. La deputazione ha preso atto, dopo l’intervento del Commissario Floreno, che l’Ente di via Roma, per la situazione in cui versa, non può essere messo sullo stesso piano delle altre ex Province.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*