Google+

Noto, spettacolo di fine anno per la pluripremiata Ada Ballet

L’Accademia d’arte e spettacolo Scuola di danza Associazione Ada Ballet nello straordinario teatro “Tina Di Lorenzo” di Noto ha chiuso il suo anno con il consueto spettacolo. Davanti ad un pubblico numeroso e attento, l’insegnante e coreografa Ada Bonomo ha fatto esibire tutte le proprie allieve proponendo un saggio di tutta la loro bravura nel classico e nel moderno, strappando applausi a scena aperta. La serata ha visto la prima esibizione, con coreografia di Ada Bonomo, “Dancing flowers” e proprio come fiori appena sbocciati tutte le ballerine e il ballerino hanno danzato e volteggiato sul palco del teatro su musiche di Schubert, Chopin, Mozart, Hawes e Doga. Molto impegnativo questo balletto alla fine del quale ci si è presi una pausa per permettere anche i cambi “d’abito”, anzi per essere più precisi i  cambi di “tutù”. Nella seconda parte, infatti, gli allievi hanno ballato danza moderna e contemporanea suddivisi per gruppo di appartenenza, secondo l’età e la preparazione. “Girls in black”, “Merci” e un balletto dal fortissimo significato “Anime ferite”.
Davanti alle continue notizie di cronaca relative ai femminicidi, autentica piaga di questo terzo millennio, l’insegnante Ada Bonomo ha voluto dedicare un momento di attenzione, puntando i riflettori sulla forza di abbattere il silenzio, sulla capacità di schierarsi contro le violenze “perché il silenzio aiuta il carnefice, mai il torturato”. Una coreografia scevra di orpelli ma dove il movimento dei corpi e la musica hanno condotto lo spettatore ad una riflessione davvero profonda. Dai giovani ballerini della Ada Ballet un grande messaggio di speranza che di fatto ha chiuso la 15° edizione dello spettacolo di fine anno, prima dell’uscita completa di tutti gli allievi e sotto la consueta pioggia di petali colorati i saluti e l’emozione, anche questa immutata nonostante i 15 anni di attività, di Ada Bonomo che ha voluto subito ringraziare i genitori “Senza il cui impegno durante tutto l’anno sarebbe impossibile tutto questo”, ha detto l’insegnante e coreografa la cui indiscussa preparazione e l’eccellente curriculum, oltre che un costante aggiornamento, sono un faro per tutti gli allievi. Ada Bonomo, che ha fondato l’Accademia d’Arte e Spettacolo Scuola di danza Ada Ballet, propone infatti corsi di danza classica, contemporanea, teatro danza, danza creativa, pilates, hip hop, corsi di musica, canto e recitazione e riaprirà le iscrizioni a settembre, nella propria sede di via Sallicano nr.69 a Noto.
Tante le persone che hanno collaborato alla serata finale Giuseppe Favaloro, luci e fonica, Peppe e Andrea Iozzia, service, Marco Leone, audio, Gioacchino Caruso,servizio fotografico e contrasti, Giovanni Cicciarella, servizio video, Giusy Rametta, segretaria e make up, Dio Dio Piante e fiori di Noto per le composizioni floreali, servizio antincendio coordinato da Saverio Torino e Mimmo Malandrino, e poi ringraziamenti particolari per la collaborazione e l’instancabile presenza a Martina Fusca, assistente ai corsi di danza, ad Adele Cascone, Giusy Bonomo, Giulia D’Aversa, Silvia Listo e Vincenzo Sgandurra. Per la location i ringraziamenti sono andati alla Fondazione Teatro Tina Di Lorenzo, il Sindaco Corrado Bonfanti, il Direttore Generale Urbano Pannuzzo e il Sovrintendente Salvatore Tringali.
Durante la serata sono stati anche ricordati i vari concorsi e le partecipazioni, tutte ampiamente premiate, a “Sicilia barocca di Modica”, “Sicilia in” a Caltanissetta, “Non solo danza” ad Augusta, “Pas de dance” a Catania, “Concorso Premio città di Noto” ( borse di studio sono state assegnate nell’occasione alle piccole Alessia Pannuzzo, Gaia Terranova ed Emily Fusca, ed alle più grandi Martina Fusca e Sofia Gentiluomo) e “Danza per domani” a Civitanova Marche. Ricordiamo a tal proposito che allieve di Ada Bonomo sono state ammesse alla scuola di ballo del Teatro alla Scala di Milano, a quella del Teatro dell’opera di Roma, e al Teatro Golden di Roma. Nella Capitale le ballerine di Ada Bonomo difenderanno i colori della Sicilia al Concorso F.I.D. (Federazione Italiana Danza) con i tre balletti: “Il brioso quartiere di Montmartre”, “Il mondo di Emily” e “La bottega fantastica”.
 
Emanuela Volcan
 
Nella foto di Gioacchino Caruso tutti gli allievi, l’insegnante Ada Bonomo e le sue collaboratrici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*