Google+

Portualità: confronto con i deputati regionali

Confcommercio Siracusa ha incontrato le imprese e la politica, e in particolare la deputazione regionale, per iniziare a sviluppare il progetto già sancito con la firma dello scorso novembre del Patto con Siracusa. A fare gli onori di casa, il presidente di Confcommercio Sandro Romano, il direttore Francesco Alfieri e il presidente delle Attività Portuali Francesco Diana. Per la deputazione regionale erano presenti  Rossana Cannata (FI), Stefano Zito (M5S), Giovanni Cafeo (PD) e Giorgio Pasqua (M5S). Presente anche il Comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa, Giuseppe Sciarrone, con le idee ben chiare riguardo al sistema gestionale portuale.

I punti in agenda hanno riguardato il sistema portuale della città di Siracusa e della provincia, del piano regolatore e dell’efficientamento del loro sistema finanziario. Tutti i deputati hanno subito accolto le istanze di Confcommercio, concordando sul fatto che il volano dell’economia di tutto il territorio provinciale non può che essere la messa in rete dei porti siracusani.

Provocatoriamente il Comandante Sciarrone ha chiesto che a Siracusa venga riconosciuta ufficialmente la sua centralità, in virtù proprio delle caratteristiche che il suo Porto riveste nello scacchiere mediterraneo.

Il presidente Diana ha posto, così, la necessità di un progetto unico per il territorio e ha consegnato ai deputati le richieste degli operatori portuali e più precisamente: Il sistema portuale della provincia di Siracusa: da Punta Magnisi a Portopalo; Il Piano Regolatore del Porto di Siracusa; Il rifacimento della banchina n. 2 del porto di Siracusa; Il sistema finanziario dei porti siciliani

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*