Google+

Il procuratore Giordano chiede il trasferimento alla Dna

Il procuratore capo Francesco Paolo Giordano ha chiesto il trasferimento alla Direzione nazionale antimafia con funzioni di pm. La richiesta è stata avanzata dal difensore del procuratore Giordano al plenum del Csm: di tratta di un’istanza di trasferimento ‘in prevenzione’, che farebbe venire meno la proposta di trasferimento d’ufficio per incompatibilità avanzata dalla Prima Commissione al plenum, che proprio oggi doveva essere discussa.

Il difensore di Giordano, Antonio Patrono, questa mattina ha quindi chiesto e ottenuto dal Csm il rinvio dell’esame della pratica sul trasferimento per incompatibilità: la richiesta di passare alla Dna, infatti, non e’ stata ancora vagliata dalla Terza Commissione. Il 6 giugno il plenum torna a riunirsi per decidere il da farsi sulla scorta del parere che emetterà la terza commissione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*