Google+

Servizio di pulizia al Comune, servizio prorogato per un mese

Alla luce della proclamazione del sit-in unitario della FILCAMS CGIL, della Fisascat CISL , della UILTUCS e della UGL terziario, contro la manifestata volontà da parte della CM Service s.r.l., azienda subentrante alla PFE nell’appalto del servizio di pulizia del Comune di Siracusa, di applicare un taglio dell’orario di lavoro pari al 55%, il Comune di Siracusa ha deciso di prorogare il servizio in capo alla Pfe fino al 31 agosto. L’obiettivo è quello di approfondire le condizioni specifiche dettate dal Capitolato d’oneri riguardanti l’orario degli addetti al servizio di Pulizia.
“Apprendiamo con fiducia – fanno sapere i segretari generali Filcams Gugliotta, Fisascat Pintacorona, Uiltucs Floridia e UGL Galioto – dell’atto di proroga compiuto dal neo Sindaco italia, che momentaneamente scongiura quella che sarebbe una terribile mortificazione dei salari e della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori impiegati nell’appalto.”
“È una palese violazione del CCNL di categoria – afferma Stefano Gugliotta rincarando la dose – che prevede 14 ore, come minimo orario settimanale e dello stesso Capitolato d’oneri dell’appalto aggiudicato dalla Cm Service, chiediamo pertanto al Sindaco Italia di valutare l’esercizio del potere di autotutela per non permettere all’azienda subentrante una simile mattanza delle condizioni economiche e di lavoro di 39 lavoratrici e lavoratori.”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*