Home / Primo Piano / Il Siracusa strapazza la Sarnese e continua a navigare in vetta

Il Siracusa strapazza la Sarnese e continua a navigare in vetta

Citta di Siracusa- Sarnese 3-0

Citta di Siracusa: D’Alessandro, Barbiero, Dentice, Spinelli, Vindigni, Chiavaro, Sibilli, Giordano, Ricciardo(79’ Gallon), Longoni(87’ Palermo), Dezai. A disposizione: Viola, Porcaro, Santamaria, Trofo, Boscarino, Rizza, Arena. All:  Sottil

Sarnese: Sorrentino, Pastore, Loreto ( 79’ Talia), Miccichè, Catalano, Fontanarosa, Genovese( 21’ Ammendola), Di Capua, Cacciattolo ( 57’ Simonetti), Di Palma, Ianniello. A disposizione: Baietti, Nasto, De Angelis

Arbitro: Guarnieri di Empoli, assistenti Cucumo di Cosenza, Sifonetti di Rossano

 Reti: 26’ e 56’ Ricciardo, 63’ Longoni su rigore

Ammoniti: Pastore 37’ , Sorrentino 63’.

Espulso: Gallon 86’

Angoli: 5-0 Citta di Siracusa.

Il Citta di Siracusa si sbarazza della Sarnese con un perentorio 3-0 e continua il suo cammino in vetta al campionato. Sottil deve fare a meno di diversi big, rispolvera Spinelli in mezzo, mentre in attacco Ricciardo è il terminale offensivo con il trio Dezai-Longoni- Sibilli a supporto. Per la cronaca prima panchina stagionale per i giovani juniores Boscarino e Rizza.

Da parte propria la Sarnese opta per un 5-3-2 molto compatto. Proteste azzurre al 8’ per un atterramento in area di Sibilli. Lo stesso numero sette non riesce a a mettere dentro un assist  di Ricciardo al 16’. La squadra di Sottil aumenta l’intensità del gioco e potrebbe sbloccare il risultato al 21’ ma Longoni, servito da Dezai, spara alle stelle Cinque minuti dopo arriva il gol con Ricciardo lesto a girarsi ina area dopo una bella combinazione con Dezai. In chiusura di tempo Chiavaro sfiora il gol su punizione calciata da Longoni.

Nella ripresa al 56’ gli azzurri raddoppiano con una bella inziativa personale di Riccairdo che incrocia il suo destro e non lascia scampo a Sorrentino. L’attaccante è scatenato e al 62’ su pallonetto sfiora il tris personale. Al 63’ bella giocata di Longoni che innesca Dezai da solo davanti al portiere campano che lo stende. Rigore realizzato da Longoni con un pizzico di buona sorte. Sei minuti dopo prima Longoni e poi Ricciardo sprecano la quarta rete. Ancora Ricciardo protagonista al 74’ ma si attarda e si fa anticipare da un avversario. Entra Gallon al 79’ e la sua gara dura solo sette minuti visto che si becca un rosso diretto per fallo di reazione su Catalano. Nel finale, 89’ e 91’ per ben due volte Dezai spreca incredibilmente da buona posizione.

SOTTIL: “MALGRADO LE ASSENZE SIAMO STATI DETERMINATI”. Il tecnico degli azzurri Andrea Sottil, così commenta a fine gara: Mercoledì non eravamo stati brillanti , mentre oggi ho rivisto la mia squadra- spiega Sottil- abbiamo creato tanto, vincendo con merito. Malgrado le assenze, siamo stati determinati e la rosa competitiva serve in un momento cosi importante. Ricciardo ha dimostrato il suo valore, anche Spinelli è stato all’altezza e non avevo dubbi, si è fatto trovare pronto. Sto citando due grandi professionisti che sono un esempio per i giovani . Sono contento anche per Dezai che ha ritrovato la sua verve . Sta smaltendo i problemi al pube e oggi è stato ampiamente positivo. E’ questo l’atteggiamento che dobbiamo tenere in queste cinque finali che ci aspettano. Ho lavorato molto sotto l’aspetto psicologico, è importante trovare le giuste energie che ti consentono di trovare le motivazioni per questo mini torneo che ci aspetta sino alla fine”.

RICCIARDO: “CONTINUIAMO CON QUESTO PASSO”. Dopo tante critiche, alcune ingiuste, Giovanni Ricciardo è stato il grande protagonista dell’incontro con una doppietta. “Potevo fare altre reti – ammette il calciatore peloritano – e se fossimo stati ancora sullo 0-0 avrei tirato subito, mi riferisco ad alcune occasioni fallite. Purtroppo il terreno è in condizioni disastrose e non mi ha agevolato. Sono contento a livello personale, ma soprattutto per la squadra. Siamo ancora primi e dobbiamo continuare cosi. Oggi siamo stati perfetti sotto l’aspetto tattico. Abbiamo fatto belle giocate in attacco e potevamo fare una goleada”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*