Home / 2022 / Novembre / 28

Archivio giornaliero: 28 Novembre 2022

Maltempo, domani scuole chiuse

Siracusa, 28 novembre ‘22 Con un’ordinanza pubblicata pochi minuti fa, il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, ha disposto per domani, a causa dell’allerta meteo arancione diramata dalla Protezione civile regionale, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Stessa misura per i mercati, i parchi pubblici, il Parco archeologico della Neapolis, impianti sportivi pubblici, il cimitero comunale e il ...

Continua »

L’ARCIVESCOVO DI SIRACUSA IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI PORTO

Nella mattinata odierna Sua Eccellenza l’Arcivescovo di Siracusa, Mons. Francesco LOMANTO, ha fatto visita alla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Siracusa, dove è stato accolto dal Capo del Compartimento Marittimo di Siracusa, Capitano di Vascello Sergio Lo Presti e da tutto il personale civile e militare in servizio presso l’Autorità Marittima aretusea.Nel corso dell’incontro il Comandante, ha illustrato ...

Continua »

Maltempo, prosegue l’attività del CCS della Prefettura

Siracusa, 28 novembre 2022 – Dopo le condizioni meteo avverse di ieri 27 novembre, con forti raffiche di vento e pioggia, sono in corso le verifiche tecniche per accertare eventuali danni in particolare agli edifici scolastici e alle infrastrutture viarie e ferroviarie. Allo stato, risultano ripristinati i collegamenti ferroviari, mentre rimane chiusa la SP 89 per la presenza di alberi ...

Continua »

Siracusa calcio: scomparso l’ex allenatore, Carletto Facchin

È scomparso all’età di 84 anni Carletto Facchin, storico allenatore del Siracusa calcio. Facchin ha guidato gli azzurri nella stagione 1978-79 in serie C2. Una squadra forte che è rimasta nella memoria dei tifosi perché vinse il campionato, approdando in C1 e conquistò la coppa, Italia semipro, nella finale contro la Biellese, risolta da un gol di Ballarin. Facchin ha ...

Continua »

Mons. Lomanto: “Avvento, tempo della vigilanza, dell’attesa e della speranza”

Siracusa, 28 novembre 2022 –“Non possiamo vivere una vita veramente cristiana se, giorno dopo giorno, non ci rinnoviamo nel contatto con Dio. L’esperienza del cristiano che è Dio stesso non può conoscere mai declino, ma deve continuamente attingere alla comunione con Dio in una misura sempre maggiore, in una incessante crescita e in una rinnovata novità di vita”. Lo scrive l’arcivescovo ...

Continua »