Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Amministrative: Totò Cuffaro e il trionfo della Diccì in Sicilia.SiracusaLive | SRlive.it
Home / L'Opinione / Amministrative: Totò Cuffaro e il trionfo della Diccì in Sicilia.

Amministrative: Totò Cuffaro e il trionfo della Diccì in Sicilia.

Lo scudocrociato fa ritorno in politica ed entra a pieno titolo nei comuni siciliani. Cuffaro si prende la sua rivincita contro chi lo aveva sottovalutato e snobbato alla vigilia delle amministrative. Nei comuni in cui Cuffaro ha piazzato le liste il simbolo della Dc ottiene risultati incoraggianti.
Nel comune di Favara risulta il secondo partito, con il 10,26%, superato d’un soffio solo dalla lista di “DiventeràBellissima” (10,43%).

Cuffaro vince così la “gara” con l’alleato Forza Italia.Infatti, la lista azzurra col nome di Berlusconi prende la metà dei voti, attestandosi poco sopra il 5%. Ma la nuova Dc elegge consiglieri anche a Giarre, in provincia di Catania, dove ottiene il 5,45% e supera l’alleato Forza Italia che si ferma al 4,39%, sotto la soglia di sbarramento, ma rimanendo fuori dal consiglio comunale. Il risultato a Caltagirone, la città di don Luigi Sturzo, la lista Dc sfiora il 6%, entrando così in Consiglio, superando di oltre un punto “DiventeràBellissima di Musumeci. Insomma, Cuffaro si conferma ancora una volta, malgrado i suoi guai, un leader democristiano destinato a far crescere il partito di Don Sturzo e De Gasperi.

Concetto Alota

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube