Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Ancora sangue e vittime lungo le strade siracusane

Ancora sangue e vittime lungo le strade siracusane

Due persone hanno perso la vita in altrettanti incidenti stradali avvenuti sulle strade della provincia di Siracusa. Il primo incidente si è verificato sll’ormai famigerata Ragusana, la statale 194 che miete vittime ormai da tempo a causa della sua insicurezza. Nello scontro frontale tra due automobili, ha perso la vita il francofontese Rosario Piazza di 48 anni, padre di due figli in tenera età. L’uomo, secondo una prima ricostruzione, ad opera delle forze dell’ordine, a bordo della sua iat Uno si è scontrato frontalmente per cause tutte al vaglio degli investigatori con una Bmw che viaggiava con senso di marcia verso Catania. Il sinistro è avvenuto alle porte di Lentini. Sul posto sono arrivati i soccorritori, che hanno trasportato i due occupanti della Bmw all’ospedale di Lentini, dove sono ricoverati ma con prognosi non rilevanti. Invece, non c’è stato nulla da fare per il 48enne stuccatore, che è rimasto incastrato tra le lamiere della sua utilitaria. Sono dovuti intervenire i vigili del fuioco del locale distaccamento per disincastrare il cadavere dell’uomo che adesso si trova all’obitorio del nosocomio lentinese, in attesa di essere sottposto ad autopsia come disposto dalla Procura della Repubblica di Siracusa.

L’altro incidente stradale con esito letale, si è verificato sempre ieri sera intorno alle ore 22 lungo la strada statale 115 Avola-Noto. A perdere la vita è stata Silvia Di Rosa, 22 anni. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la ragazza viaggiava a bordo della propria utiloitaria e stava tornando a casa da Pachino dove seguiva un corso professionale. Per cause tutte al vaglio degli inquirenti, pare che nell’imboccare una curva la donna abbia perso il controllo della vettura che è uscita fuori strada. Nel violento impatto, la donna ha perso la vita. Inutili i soccorsi prestati dai vigili del fuoco e dalla polizia stradale. La donna era deceduta sul colpo.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*