Home / Se te lo fossi perso / Aperte al pubblico le concerie rupestri di Palazzolo Acreide

Aperte al pubblico le concerie rupestri di Palazzolo Acreide

APERTE AL PUBBLICO LE CONCERIE RUPESTRI DI PALAZZOLO

Palazzolo Acreide (SR). Venerdì 30 luglio 2021, sul sagrato della chiesa di San Paolo, si è svolta la conferenza “Le concerie ritrovate” per inaugurare l’apertura al pubblico delle concerie di contrada Fontanasecca, resa possibile grazie al lavoro di pulizia e messa in sicurezza dei volontari di Natura Sicula, in sinergia con l’amministrazione comunale.

Il Sindaco Salvatore Gallo, introducendo l’incontro, ha sottolineato il valore di questi lavori per lo sviluppo turistico del territorio. In apertura della conferenza, Enzo Marabita, Consigliere di Natura Sicula e curatore del sito, nonché ideatore del progetto di riscoperta, ha raccontato come è nata

l’idea di ripristinare le concerie e quali sono stati i passaggi necessari a rendere operativo il progetto: dalle ricerche bibliografiche all’inizio dei lavori.

In seguito, Fabio Morreale, presidente di Natura Sicula, ha evidenziato il rilievo degli opifici rupestri dal punto di vista antropologico e identitario e la loro sostanziale importanza per il tessuto economico e sociale di Palazzolo Acreide, descrivendo il processo di concia delle pelli e la

relazione inscindibile fra l’opera dell’uomo e le risorse naturali.

L’evento si è altresì arricchito di due ospiti d’eccezione: dapprima l’archeologo Lorenzo Guzzardi, che ha posto l’accento sulle caratteristiche peculiari del sito e sulle ragioni che portano ad approfondirne gli studi; in seguito l’archeologo islamista Giuseppe Labisi, il quale ha portato alla luce i dati di micro-toponomastica che spiegano le origini del nome “cava Cangoro”, la valle in cui ricadono gli opifici.

Dagli studi effettuati risulta che parte del complesso rupestre era sorto in periodo tardo antico a scopo funerario. Le concerie sono rimasta attive fino alla metà del 1800. Dai sopralluoghi eseguiti sono emersi nuovi particolari e sorprendenti interpretazioni.

Il fine settimana è stato dedicato alle visite guidate, con partenza dalla Chiesa dell’Annunziata. Questi primi due eventi aprono ufficialmente le Concerie di Palazzolo al pubblico ed inaugurano la prospettiva di una sinergia con il comparto turistico ed esperienziale dell’amministrazione comunale: le Concerie di Fontanasecca rappresentano un’aggiunta importante all’offerta culturale del borgo, aprendo a nuovi e più affascinanti progetti di destination marketing, come suggerito da Rosario Acquaviva, Direttore del museo etnografico “I Luoghi del Lavoro Contadino”, intervenuto durante l’incontro. Le concerie sono visitabili su prenotazione telefonando al numero di Natura Sicula 3207513014

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube