Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Augusta, autorità di sistema: mercoledì sindaci a confronto con Crocetta

Augusta, autorità di sistema: mercoledì sindaci a confronto con Crocetta

Sede dell’Autorità di Sistema del Mare della Sicilia orientale a Catania. La battaglia di Assoporto Augusta per il ripristino della sede ad Augusta non si ferma soprattutto dopo la risposta al question time di Delrio di oggi pomeriggio. Stamattina, insieme a Confcommercio Siracusa, Assoporto ha incontrato a Roma il sottosegretario ai Trasporti Vicari e il 19 aprile sarà a Palermo dal Governatore siciliano Crocetta. “Oggi insieme al responsabile della sezione porti di Confcommercio Siracusa, Francesco Diana, abbiamo incontrato a Roma il sottosegretario ai Trasporti Simona Vicari a cui abbiamo rappresentato il nostro punto di vista e tutti gli elementi che hanno caratterizzato questa brutta vicenda. – fa sapere il presidente di Assoporto Marina Noè – Ci auguriamo che il ministero Graziano Delrio possa, anche attraverso l’intervento del sottosegretario, riconoscere la dovuta  importanza che riveste la questione del trasferimento della sede dell’ Autorità di sistema del Mare di Sicilia orientale  da Augusta a Catania, per evitare che due porti fondamentali, che hanno specificità completamente diverse e complementari, possano non  trovare quella giusta sinergia e collaborazione  per lo sviluppo della portualità in Sicilia orientale. Una sinergia necessaria su cui si basa anche l’intera riforma della portualità che – non c’è dubbio- sia già minata  da quello che noi continuiamo a ritenere un sopruso ai danni di Augusta. – ha proseguito – All’onorevole Vicari abbiamo ribadito che non sono assolutamente messi in dubbio l’importanza e il valore, per certi versi anche storico, della riforma del ministro Delrio, che ha sottolineato la provvisorietà della sede a Catania, sulla quale riforma il nostro giudizio è assolutamente positivo. Anzi abbiamo salutato fin da subito  la riforma con grande positività,  pensando che si stessero finalmente ponendo le giuste basi per far decollare la portualità anche in Sicilia, ma non possiamo non sottolineare come il percorso intrapreso, ponga il neo presidente Annunziata in una situazione poco serena e complicata nella gestione”. Assoporto Augusta ha chiesto al sottosegretario Vicari di svolgere ogni utile azione affinchè il ministero delle infrastrutture Delrio possa riconsiderare la questione. , provando ad ascoltare le nostre posizioni. Posizioni che saranno esplicitate al presidente della regione Rosario Crocetta nel prossimo incontro che si svolgerà a Palermo il prossimo 19 aprile su richiesta formalizzata all’assessore regionale Bruno Marziano e dove prenderanno parte i sindacati e i sindaci.

“Il ministro Graziano Delrio nel pomeriggio di oggi, ha risposto all’onorevole Stefania Prestigiacomo, mantenendo il punto con un’arroganza inaudita che ci ha fatto sorgere il dubbio che a volere questo scippo istituzionale non fosse il presidente della Regione che potrebbe essere stato utilizzato, ma un accordo tra compagni di partito, tra il sindaco di Catania  Bianco e lo stesso Delrio – ha concluso Noè – Che utilizzando un’ordinanza del Tar che riguarda esclusivamente la sospensiva del decreto, non ha saputo rispondere ai molteplici punti di illegittimità da noi sollevati e che saranno oggetto di trattazione. La poca trasparenza con la quale è stata gestita tutta quest’ operazione che, ricordiamo, non ha mai avuto un avallo delle istituzioni di Augusta e di tutta la provincia di Siracusa, ci costringe a continuare nella nostra determinazione, con tutti gli atti conseguenti”. F.G.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube