Google+

Aumenti Tosap esagerati, atto d’indirizzo del consiglio comunale

Il consiglio comunale a maggioranza ha esitato un atto di indirizzo con cui viene chiesto all’amministrazione comunale di ritirare la proposta di aumentare la tariffa relativa al suolo pubblico. In buona sostanza, nella seduta di ieri sera, è stata approvata la richiesta di revoca dell’atto dell’amministrazione comunale, avanzata dal consigliere dell’opposizione, Salvo Castagnino. Il presidente della commissione Bilancio, venuto a conoscenza della pubblicazione della delibera di giunta il 23 aprile, ha presentato un atto in consiglio con cui rigetta le ipotesi di aumento delle tariffe.

In particolar modo, l’amministrazione comunale aveva indicato un aumento del 20% per bar, ristoranti; del 100% per le occupazioni di suolo pubblico realizzate su strade di prima e seconda categoria; l’aumento del 120% per le occupazioni realizzate su strade appartenenti al centro storico. “La modifica – ha commentato Castagnino – ha modificato esclusivamente un unico aumento, ovvero quello del 200% per le strade categoria super, aumento eccessivo. Nel compiere quest’atto, l’amministrazione comunale non ha avviato alcun confronto con le categorie dei soggetti interessati direttamente. La scelta comporta un costo che nei fatti non ha alcun riscontro motivato con i servizi erogati gravando su chi fa impresa”.

La risposta della giunta Italia è tutta insita nel fatto che intanto si tratta di una richiesta. Se dovesse, comunque, passare l’indirizzo del consiglio comunale con il ripristino delle vecchie percentuali, verrebbe meno nel bilancio di previsione una somma pari a 960mila euro derivanti dalla Cosap. Una somma considerevole senza la quale andrebbe di mezzo la tenuta dello strumento finanziario.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*