Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Avola, baskin a scuola: uno sport per tuttiSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Sport / Avola, baskin a scuola: uno sport per tutti

Avola, baskin a scuola: uno sport per tutti

Anche questo anno scolastico vede protagonista il baskin, grazie alla collaborazione tra il II Istituto Comprensivo “Bianca” di Avola e il Comitato UISP. Da Settembre 2014 si sta realizzando l’iniziativa solidale promossa da SuperAbili Onlus dal titolo “Baskin a Scuola… uno sport per tutti”. La prima scuola che dal 2011 porta avanti questa innovazione culturale/sportiva è, infatti, il II Istituto Comprensivo di Avola  G.Bianca/E.Vittorini. L’iniziativa cresce grazie all’entusiasmo degli insegnanti di
sostegno che vedono in questa nuova pratica sportiva uno strumento di alto profilo educativo. Una disciplina che coniuga al meglio il concetto di integrazione, di cooperazione e di crescita motoria ed intellettiva di tutti i ragazzi che praticheranno questo sport. Va evidenziato che in questo anno scolastico i gruppi seguiti dagli istruttori di Baskin sono stati due, uno per ogni plesso.
La Dirigente, dott.ssa Maria Grazia Ficara, sottolinea la voglia di tutti i ragazzi (normodotati e disabili) di giocare insieme: “Ho visto e verificato come la pratica del baskin ha degli effetti educativi immediati e facilmente verificabili nei ragazzi. Migliora in loro approccio alla diversità, arricchisce il loro bagaglio culturale. Tutto questo va sottolineato e potenziato”. Grande anche la soddisfazione del Presidente del Comitato Territoriale UISP, professore Giuseppe Battaglia che sottolinea come tutto questo sia possibile grazie al contributo di tutti i volontari, alla disponibilità dei docenti e all’impegno costante degli istruttori UISP. “L’unica cosa che vorremmo evidenziare, però, è una certa disattenzione persistente da parte delle Istituzioni Regionali, dalle quali vorremmo maggiore considerazione e riconoscimento al grande impegno dei nostri volontari”.
E.V.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube