Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Canicattini, si dimette anche l’assessore Tringali

Canicattini, si dimette anche l’assessore Tringali

Facendo seguito a quanto deciso nell’incontro tenuto la settimana scorsa dalla nuova maggioranza al Comune di Canicattini Bagni assieme al sindaco Paolo Amenta, riguardante l’azzeramento della Giunta e dei vari incarichi assunti dal consiglieri dalle ultime Amministrative ad oggi, per far sì che unitariamente si possa dare l’avvio al nuovo “progetto politico di comunità”, proposto dal primo cittadino per una più ampia e condivisa responsabilità, alla quale hanno dato l’adesione anche consiglieri dell’opposizione, stamane anche l’assessore al Turismo dell’Unione dei Comuni “Valle degli Iblei”, Emanuele Tringali, ha depositato nelle mani del sindaco Amenta le sue dimissioni da questo incarico, da componente del Consiglio dell’Unione e da presidente del Centro Diurno Anziani di Canicattini Bagni.

Le dimissioni di Tringali, assente ieri per impegni istituzionali, seguono di 24 ore quelle presentate dal vice sindaco e assessore all’Ambiente, Salvatore La Rosa, dall’assessore al Welfare, Marilena Miceli, dai consiglieri Gaetano Amenta e Pietro Savarino, che hanno lasciato l’incarico di capigruppo dei rispettivi gruppi, e Savarino anche di consigliere delegato all’Unione, e dal consigliere Fabrizio Cassarino, che ha lasciato l’incarico di presidente e di componente del Consiglio dell’Unione dei Comuni.

Sono invece ancora attese, così come da impegno unanime assunto sempre nell’incontro della settimana scorsa dai 14 consiglieri e dai tre assessori in carica che hanno dichiarato di aderire al nuovo progetto politico, le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica, Salvatore Petrolito, del presidente del Consiglio comunale, Antonino Zocco, e del vice presidente della stessa assise, Fabrizio Cultrera.

 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*