Google+

Catania. Operazione interforze della Dia di Catania: ispezione nelle sedi della Sicula Trasporti

Un vasta operazione mirata ai controlli della Direzione investigativa antimafia di Catania. Nella mattinata di oggi agenti della Dia hanno eseguito un’ispezione nelle sedi della Sicula Trasporti, il gigante dei rifiuti di proprietà della famiglia Leonardi. Imprenditori conosciutissimi di origine catanese. Il blitz è stato disposto dal Prefetto di Catania, Claudio Sammartino nell’ambito dei controlli nell’ambito dell’applicazione delle norme sull’infiltrazione mafiosa nei settori remunerativi preferite da Cosa Nostra. Un blitz in piena regola. Insieme agli uomini della Dia, sono intervenuti nell’operazione anche agenti di polizia di Stato, militari dell’Arma dei carabinieri e della guardia di finanza, oltre agli ispettori del lavoro. L’operazione congiunta è finalizzata ai controlli e all’acquisizione di atti e l’identificazione del personale presente nei vari uffici e nelle sedi del gruppo.  Documenti, notizie e informazioni che saranno oggetto di approfondimenti e di controlli obiettivi incrociati.

Ispezioni che nascono con una finalità di controllo e prevenzione delle infiltrazioni mafiose, oltre che della verifica del rispetto della normativa sul lavoro. La grande e famosa ormai discarica della Sicula Trasporti si trova in contrada Grotte, tra Catania e Lentini, negli ultimi anni si è trasformata in una montagna che vale oro che accoglie i rifiuti di mezza Sicilia, oltre a quelli delle isole Eolie. Un impero costruito in occasione dell’emergenza dei rifiuti in tutta la Sicilia; ma quello della Sicula Trasporti è l’unico impianto che permette di dividere i rifiuti dopo il conferimento. L’attività imprenditoriale della famiglia Leonardi si sta espandendo anche in altri settori, tra cui il turismo nel settore ricettivo-alberghiero, oltre a quella dei rifiuti.

C.A.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*