Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Commemorazione dei defunti, allestite le vetrine dell’ArmaSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Commemorazione dei defunti, allestite le vetrine dell’Arma
Una vetrina dell'Arma.

Commemorazione dei defunti, allestite le vetrine dell’Arma

Da oggi è possibile ammirare le tradizionali vetrine dell’Arma dei Carabinieri allestite dal Comando Provinciale di Siracusa, in occasione dei festeggiamenti del 4 novembre, Festa delle Forze Armate.
Le vetrine, quest’anno, sono state realizzate presso i negozi “Papini” di Ortigia ed “Euronics” e “Piazza Italia” del centro commerciale Auchan.

Le uniformi, di varia tipologia e impiego, sia moderne che risalenti ad epoche passate, appartengono anche alla collezione dell’associazione “Lamba Doria” e all’Associazione Nazionale Carabinieri. Tra di esse, perfettamente conservata e splendida nei dettagli sarà esposta anche una Grande Uniforme risalente alla Prima Guerra Mondiale.

La scelta del tema della vetrina espositiva è legata al desiderio di rappresentare uno dei caratteri peculiari dell’Arma dei Carabinieri: fermezza, eleganza, composta fierezza, segni distintivi del tratto del Carabiniere che, nella storia, è stato da sempre un militare al servizio della collettività, un uomo con gli alamari che ha trasformato grandi valori morali in azioni quotidiane.

Sin dalla nascita del Corpo, i Carabinieri hanno sempre avuto la peculiarità di essere “soldati in servizio di polizia”, caratteristica questa che ha consentito loro di essere veri e proprio protagonisti della storia d’Italia. Questo sin da quando, in quel lontano 20 maggio 1814, Vittorio Emanuele I, re di Sardegna, per rimediare al disordine ed alle precarie condizioni di sicurezza in cui versava il regno, dispose che la Segreteria di Guerra approntasse immediatamente un “Progetto di istituzione di un Corpo militare per il mantenimento del buono ordine”.

Uniformi, quindi, che rappresentano non solo la storia dell’Arma e le sue tradizioni militari, ma anche la storia dell’intero Paese a cui la Benemerita da oltre duecento anni è fermamente legata con il proprio motto  “Nei secoli fedele”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*