Google+

Consiglio approva “Regolamento tutela animali”

Il Consiglio comunale, in seduta di aggiornamento, ha approvato ieri sera il nuovo “Regolamento per la tutela ed il benessere degli animali in città”. Rispetto alla proposta giunta in Aula, il testo è stato modificato con 13 emendamenti migliorativi della Commissione Ambiente, illustrati dal consigliere Michele Mangiafico, la maggior parte dei quali finalizzati ad una maggiore tutela degli animali.In 37 articoli, il Regolamento disciplina le modalità di detenzione e tutela degli animali da affezione e di compagnia presenti sul territorio comunale, sanzionando i comportamenti lesivi nei loro confronti, provvedendo altresi a regolamentare modalità ed obblighi nella custodia, vigilianza, accesso nei giardini ed aree pubbliche, negli uffici e sui mezzi pubblici. Tra i punti disciplinati quelli che regolamentano la cattura dei cani vaganti e la gestione dei cani catturati sul territorio; quelli che prevedono il ricorso al “Cane del Comune” come strumento di lotta al randagismo, e quelli che si occupano delle “Colonie feline”. Capitoli a parte sono dedicati anche ad altre tipologie di animali, tra i quali i roditori e gli equipidi, i furetti, i volatili e gli animali acquatici. “Un lavoro svolto con grande attenzione e con grande interesse” ha detto il presidente della III Commissione, Cetty Vinci. E alla Commissione e al Consiglio nella sua interezza sono giunti anche i ringraziamenti dell’assessre al ramo, Fabio Granata che ha ricordato come “Il provvedimento supplisca ad un vuoto regolamentare che andava colmato”.Dopo una lunga discussione il Consiglio si è invece determinato per il rinvio ad altra seduta della delibera riguardante una variante urbanistica. La proposta di rinvio, formulata dal consigliere Ferdinando Messina, per “Conoscere le determinazioni della Giunta sull’argomento”. Il provvedimento portato in aula è una variante al Prg su aree di proprietà dello Iacp nella zona di Santa Panagia finalizzata a migliorare la “qualità abitativa ed urbana attraverso il recupero degli spazi degradati e la loro rivitalizzazione, con la previsione di attività commerciali di vicinato e di piccoli esercizi pubblici, nonchè la realizzazione di interventi per il verde attrezzato”. La variante, se approvata, avrebbe permesso la realizzazione di tre blocchi edilizi ove saranno allocati 42 alloggi a canone sostenibile, 16 alloggi a “libero mercato”, 6 “cellule alloggio” composte da camera e bagno, con spazi comuni di relazione destinati a minori, anziani ed invalidi, nonchè locali commerciali. Prima della discussione sui rimanenti punti all’ordine del giorno, è venuto a mancare il numero legale e la seduta è stata rinviata a stasera alle 18.30.In apertura di seduta da registrare la protesta del consigliere Francesco Burgio che ha esposto uno striscione per richiamare l’attenzione sul ritardo dell’Amministrazione nelle risposte ad una sua interrogazione sui costi di gestione della “Cittadella dello Sport”; e l’intervento del consigliere Andrea Buccheri sull’ordinanza prefettizia che “vieta gli assembramenti di uomini e mezzi pesanti davanti alle portinerie delle aziende della zona industriale, che crea di fatto difficili rapporti di convivenza tra datore di lavoro e lavoratori”. Buccheri ha dato la sua solidarietà ai lavoratori in agitazione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*