Home / Primo Piano / Coronavirus, il sindaco Italia: l’altruismo è l’unico antidoto al contagio

Coronavirus, il sindaco Italia: l’altruismo è l’unico antidoto al contagio

Siracusa, 10 marzo ’20 – Sulle nuove misure emesse dalla Presidenza del consiglio dei minisitri, il sindaco, Francesco Italia, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

“Questa nuova alba ci consegna un Paese unito contro un solo nemico, invisibile, e un unico antidoto per neutralizzarlo: l’altruismo.
“Chiede a ciascuno di noi di rinunciare alle nostre abitudini, al nostro modo di stare insieme, di pianificare le giornate.Ci obbliga a pensare a chi è più fragile, a chi rischia perché anziano o già ammalato. Inchioda il nostro egoismo ad una responsabilità sociale che abbiamo il dovere di assumere, tutti, senza distinzione, a partire dai piccoli e grandi sacrifici che, da ora in avanti, saremo chiamati a compiere.

“Diventiamo tutti, occhi, braccia, mani, cuore e fiato di quei medici e infermieri che, senza sosta, da nord a sud, stanno dando aiuto e conforto a migliaia di ammalati.
“Siracusa è con loro ed è pronta ad accogliere questa nuova sfida. Ciascuno di noi farà la propria parte; con orgoglio, fiducia e senso del dovere. Con una sola, potente voce: fermiamo il contagio”.

Siracusa, 10 marzo ’20 – Sulle nuove misure emesse dalla Presidenza del consiglio dei minisitri, il sindaco, Francesco Italia, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

“Questa nuova alba ci consegna un Paese unito contro un solo nemico, invisibile, e un unico antidoto per neutralizzarlo: l’altruismo.
“Chiede a ciascuno di noi di rinunciare alle nostre abitudini, al nostro modo di stare insieme, di pianificare le giornate.Ci obbliga a pensare a chi è più fragile, a chi rischia perché anziano o già ammalato. Inchioda il nostro egoismo ad una responsabilità sociale che abbiamo il dovere di assumere, tutti, senza distinzione, a partire dai piccoli e grandi sacrifici che, da ora in avanti, saremo chiamati a compiere.

“Diventiamo tutti, occhi, braccia, mani, cuore e fiato di quei medici e infermieri che, senza sosta, da nord a sud, stanno dando aiuto e conforto a migliaia di ammalati.
“Siracusa è con loro ed è pronta ad accogliere questa nuova sfida. Ciascuno di noi farà la propria parte; con orgoglio, fiducia e senso del dovere. Con una sola, potente voce: fermiamo il contagio”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*