Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Corriere della droga fa scena muta: ammesso ai domiciliari

Corriere della droga fa scena muta: ammesso ai domiciliari

Il gip del tribunale di Siracusa, Andrea Migneco, ha convalidato l’arresto del siracusano Corrado Cassalini, acciuffato dai poliziotti in possesso di quasi 10 chili di marijuana. L’indagato ha, però, ha potuto lasciare la casa circondariale di Cavadonna, dove ha trascorso il Natale, perché il giudice gli ha concesso il beneficio degli arresti domiciliari. Il pm Andrea Palmieri aveva, invece, insistito perché rimanesse detenuto in carcere.

Difeso dall’avv. Junio Celesti, l’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere. L’unica cosa che ha precisato, rispetto al denaro rinvenuto in suo possesso, che non fosse provento di attività illecita quanto dello stipendio della madre.

Come si ricorderà, Cassalini era stato arrestato l’antivigilia di Natale dagli agenti della squadra mobile e da quelli delle Volanti all’antivigilia di Natale, in possesso di quasi 10 chili di marijuana. L’indagato è incappato in uno dei servizi antidroga, rafforzati in occasione delle festività natalizie, ed è stato colto nella flagranza di reato di detenzione ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, l’uomo veniva controllato in contrada Spalla, presso la rotonda Acquapark e, a bordo del mezzo sul quale viaggiava, gli agenti rinvenivano, nel cofano, un sacco nero dell’immondizia con all’interno tre involucri sigillati con cellophane contenenti marijuana per un peso complessivo di 9 chili e 900 grammi. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare, veniva rinvenuta anche la somma di 1620 euro, custodita all’interno di una cassetta di sicurezza.

Corrado Cassalini

 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*