Google+
La casa circondariale di Cavadonna.

CR di Augusta, dopo intervento del SIPPE, reintegrato sindacalista

“Per il tramite dello studio legale Maurizio Papa abbiamo inviato una diffida stragiudiziale alla Direzione del carcere di Augusta chiedendo al direttore il reintegro, in autotutela, del nostro dirigente nazionale Sebastiano Bongiovanni, estromesso ingiustamente dall’ufficio segreteria perché sindacalista”. Lo dichiara Alessandro De Pasquale presidente del SIPPE il quale aggiunge: “grazie al nostro intervento il direttore del carcere ha emesso un provvedimento in autotutela reintegrando Bongiovanni nel suo posto di servizio”. Il provvedimento, ad avviso del sindacalista, era illegittimo e se non fosse stato revocato, il SIPPE avrebbe azionato le procedure dell’articolo 28 dello statuto dei lavoratori per condotta antisindacale. Tuttavia, leggendo il provvedimento, siamo certi  che il Comandante ed il Direttore, a conclusione del periodo di prova confermerà l’Ass. C. Bongiovanni nell’ufficio in questione. Bongiovanni – aggiunge De Pasquale- ha tutti i requisiti ad operare in quell’ufficio e l’essere sindacalista non è una colpa. “Sono contento della decisione del Direttore – dichiara Bongiovanni- ciò dimostra la bontà della nostra azione sindacale”. “Il fatto che io sia un sindacalista – conclude Bongiovanni –  non deve preoccupare il Direttore del carcere, considerato che è un’attività legittima di cui un buon datore di lavoro non dovrebbe aver mai paura”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*