Home / Se te lo fossi perso / Politica / Cutrufo a Reale: “Non ero incandidabile e non sono stato candidato”

Cutrufo a Reale: “Non ero incandidabile e non sono stato candidato”

“Trovo molto singolare leggere un comunicato di un leader politico come Paolo Reale, coordinatore di ” progetto Siracusa e trovo ancor più singolare essere identificato come incandidabile e delinquente, accostato ad altri nomi che fanno riferimento ad altre liste.”

Così replica Gaetano Cutrufo il leader di “Amo Siracusa”, lista tanto discussa dal coordinatore di ” progetto Siracusa ” Ezechia Paolo Reale ~ che attacca pesantemente la scelta fatta, per formare i nuovi ingressi nell’amministrazione Italia, a favore dei nomi scelti che farebbero capo ad alcuni esponenti della lista, che in precedenza avrebbero scelto di sostenerlo. “Vorrei chiarire e tranquillizzare subito l’avvocato Reale, visto che trascorre le sue giornate a difendere il mio profilo politico, nonché la mia persona giuridica – continua Cutrufo – spiegando le eventuali segnalazioni che, secondo Reale sarebbero partite da un”esponente politico, quindi candidato, nel periodo di piena campagna elettorale.

Non sono mai risultato essere un incandidabile, ne’ tanto meno candidato, ma questo Reale dovrebbe saperlo, e anche molto bene, vista l’esperienza politica condivisa, e il lungo pregresso corteggiamento politico, certamente non unilaterale. Se da una parte la città di Siracusa avrà finalmente una dignitosa politica produttiva e propedeutica, dall’altra ci pensa Reale a confondere le idee, con la sua promiscuità di modello politico, che si divide tra la moderazione e il disfattismo di delegittimazione verso un gruppo che, si è sempre speso per la città, e certamente non con gli attacchi mediatici e mendaci. Inoltre, non mi sono mai piaciuti , i salotti, ne i the, tanto ambiti ad altri. Alle zone living preferisco gli angoli cottura, basti pensare il mio ultimo investimento, proprio nella mia amata città, differenziandomi da altri, che investono le proprie risorse altrove, valorizzando spazi e culture di altre province. Rispetto a quest’ultimo rivolgo proprio l’invito a Reale, dove però, ahime’, non potrò offrirgli un the’, come magari qualcun altro ha pensato di fare in tempi non sospetti.

Con stima e coerenza
Gaetano Cutrufo

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube