Home / Se te lo fossi perso / Politica / Il deputato Vinciullo: “Entro il 2018 i precari saranno stabilizzati”

Il deputato Vinciullo: “Entro il 2018 i precari saranno stabilizzati”

È iniziata, ieri sera, nelle commissioni di merito, la discussione del Disegno di Legge n.1278 sulla stabilizzazione di tutti i precari siciliani. Lo comunica l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS. Intanto un consiglio: tutti i precari leggano e controllino la legge per accertarsi che la categoria a cui appartengono è stata prevista e inserita nel Disegno di Legge, sapendo che c’è tempo fino al 27 dicembre alle ore 8:00 per presentare eventuali modifiche che possano consentire di correggere eventuali errori. È chiaro che si tratta di una pagina importante che il Parlamento Siciliano, di qui a qualche giorno, sarà chiamato a scrivere.Dopo aver raggiunto il pareggio del bilancio, dato da molti sottovalutato e soprattutto non saputo spiegare ai siciliani da parte dei componenti del Parlamento Siciliano, da oggi comincia la corsa contro il tempo per far sì che la legge venga approvata entro il 31 dicembre, in modo tale che dal 1 gennaio Comuni, Enti e la stessa Regione possano iniziare ad avviare le procedure di stabilizzazione che potranno diventare definitive dopo l’approvazione del bilancio e comunque entro il 31 dicembre 2018, dal momento che la legge, che sia chiaro lo consente, fissa alla fine del 2018 il termine per la proroga/stabilizzazione.Sia chiaro che tutti gli Enti che attiveranno le procedure per la proroga dovranno stabilire il percorso definitivo per la stabilizzazione del personale precario.Sia chiaro che anche i lavoratori precari dei Comuni in dissesto, nel nostro caso Augusta e Lentini, saranno interessati alle procedure di stabilizzazione e avranno diritto alla stabilizzazione nel rispetto dell’orario di servizio alla data del 31/12/2015.Per tutti quei Comuni che avranno difficoltà nel recepire la norma e per tutti quei lavoratori che non vorranno rimanere nell’Ente di appartenenza è prevista la possibilità di passare nel Resais.È chiaro che, ha concluso l’On. Vinciullo, con l’approvazione di questo Disegno di Legge il futuro di questi lavoratori, per decenni sfruttati ed utilizzati in maniera inappropriata, sarà sicuramente diverso e migliore

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*