Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Droga all’Isola, in manette altri due siracusani
Luigi Cavarra e Francesco-Pellizzeri

Droga all’Isola, in manette altri due siracusani

i Carabinieri del Nucleo Investigativo hanno tratto in arresto su ordine di misura cautelare in carcere emesso dal GIP di Siracusa Giuseppe Tripi su richiesta del PM Margherita Brianese, Luigi Cavarra, siracusano, 40enne e Francesco Pellizzeri, siracusano, 55enne, commerciante entrambi pregiudicati poiché sono stati individuati come i responsabili della cessione di 2,2 kilogrammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina a di Marco Maieli, siracusano, 27enne, lavagista, e Mario Di Bella, 29enne, siracusano originario di Acireale, tratti in arresto qualche giorno fa dagli stessi carabinieri. Le indagini condotte sul traffico dello stupefacente dai militari del Nucleo Investigativo, hanno avuto un ulteriore impulso dopo l’arresto, avvenuto a settimana scorsa, di Benito Mangraviti, 27enne, pregiudicato messinese trovato in possesso di oltre 500 grammi di cocaina.

Cavarra e il Pellizzeri erano stati notati dai militari in contrada Isola proprio qualche minuto prima che il Di Bella e il Maieli venissero fermati e trovati in possesso di uno dei più grossi quantitativi di cocaina sequestrati negli ultimi tempi a Siracusa. La ricostruzione dei fatti dopo quell’episodio ha consentito ai carabinieri di individuare nei due arrestati il loro ruolo di primo piano nel traffico della partita di droga e di riepilogare alla magistratura siracusana le modalità con cui era avvenuto il passaggio di mano dello stupefacente con la richiesta di una misura cautelare che, viste le conclamate responsabilità dei protagonisti, nel breve volgere di qualche giorno è stata emessa dall’Autorità Giudiziaria e immediatamente eseguita dai militari del Nucleo Investigativo. Salgono quindi a cinque il numero delle persone arrestate nel giro di una settimana responsabili a vario titolo del traffico di oltre 2 chili e 700 grammi di stupefacente sequestrato in pochi giorni dai militari.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*