Google+

Ias, inquinamento ambientale: avviso di garanzia per l’ex direttore

La Procura di Siracusa ha indagato il direttore dell’Ias, la società che gestisce il depuratore biologico di Priolo. E’ accusato di inquinamento ambientale, legato alla gestione dell’impianto che tratta i reflui di origine industriale. Il pm Davide Lucignani intende approfondire gli aspetti penali e il particolare rapporto con le industrie del polo petrolchimico. Una vicenda che si aggiunge alla maxi inchiesta della Procura sull’inquinamento in generale compreso il controllo dello smaltimento del percolato e dei fanghi prodotti e smaltiti fuori norma.

Intanto, emergono anche su base sindacale, alcune statistiche relative all’incidenza tumorale tra gli addetti dell’Ias. Secondo queste tabelle, si registra circa 12% di insorgenze tumorali. All’indomani del blitz della guardia di finanza e del personale del Nictas e dell’Arpa, ci si interroga anche sulle possibili ripercussioni dell’esposizione ambientale. Da una statistica, tenuta dalle organizzazioni sindacali, ne sono stati affetti 60 addetti nel corso degli anni, molti dei quali sono tecnici e operatori deceduti a seguito di patologie tumorali gravi, come la leucemia, criticità polmonari, cancro in diversi parti del corpo, mentre alcuni sono in atto in cura con patologie varie. Si registra una crescente preoccupazione tra i sindacati dei lavoratori e i dipendenti mentre all’orizzonte riappare lo spettro delle malattie professionali per gli addetti ai lavori negli impianti di depurazione quali ricettori finali di veleni, reflui industriali e fognari. Un riflesso capzioso che assume lo spazio della rabbia, quando qualcuno vuole ricordare che i figli di alcuni ex dipendenti defunti sono stati assunti al posto del padre possa aver avuto allo sfondo il silenzio in cambio del lavoro. Una percentuale media alta se si considera il trend in atto, ma la verità, anche in questo caso, sarà difficile snidarla. Denunce che i sindacati dei lavoratori di categoria hanno più volte replicato specie con riferimento agli impianti vecchi e obsoleti.

Concetto Alota

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*