Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Igm, scatta la cassa integrazione per 18 dipendentiSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Igm, scatta la cassa integrazione per 18 dipendenti

Igm, scatta la cassa integrazione per 18 dipendenti

E’ scattato da questa mattina il provvedimento di cassa integrazione per diciotto dipendenti dell’Igm, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti a Siracusa. La lettera è stata ricevuta dai diretti interessati, che di fatto pagano per la riduzione dei servizi, disposta dal Comune capoluogo. Nei giorni scorsi, infatti, l’amministrazione comunale ha sospeso i servizi di lavaggio, manutenzione e movimentazione dei cassonetti e di custodia della discarica di contrada Cardona, di espurgo pozzi neri e di pulizia della zona Plemmirio. L’azienda aveva risposto avviando l’iter per la cassa integrazione (fino al 30 aprile prossimo) e la procedura di licenziamento collettivo, che è stata, comunque, sospesa.

Franco Nardi, segretario provinciale Fp Cgil sostiene che “il Comune non può togliere due servizi indispensabili per la città su Cardona non c’è personale in house in grado di sorvegliare e intervenire sulla discarica in caso si debba smaltire il percolato. Non disinfestare i cassonetti, invece, non permette di garantire condizioni minime igienico sanitarie: e poi non ci lamentiamo se ratti e zanzare si manifestano in centro città”. La soluzione, per il sindacalista della Cgil, non può essere il taglio di servizi e personale.

Informazioni su Redazione

Un commento

  1. Certo, abbiamo proprio bisogno di una riduzione del servizio, effettivamente la città è molto pulita, splende come il sole. Ma ora abbiamo anche la riduzione della TARI?? Non era meglio ridurre i vostri stipendi scandalosi e lasciare i 18 dipendenti al lavoro? Che vergogna di amministrazione.

Lascia un commento a Marco Cancella la risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube