Home / economia / Il deputato Cannata: “Il decreto del governo scongiurare la chiusura di Lukoil”

Il deputato Cannata: “Il decreto del governo scongiurare la chiusura di Lukoil”

“Dove non è riuscito il Governo precedente è riuscito quello Meloni, a trazione Fratelli d’Italia. Fin dal mio insediamento ho considerato questa una priorità, ho incontrato il ministro delle Imprese Adolfo Urso e posto immediatamente alla sua attenzione la questione Isab su cui siamo riusciti a dare, grazie a un attento lavoro, risposte in tempi record”. Il parlamentare nazionale di Fratelli d’Italia, Luca Cannata, si mostra soddisfatto dopo l’approvazione del Decreto legge in Consiglio dei ministri che di fatto impedisce la chiusura degli stabilimenti Lukoil a Priolo attraverso misure a tutela dell’interesse nazionale nei settori produttivi strategici.
Il Governo era già intervenuto appurando la disponibilità di Sace e attraverso la comfort letter, prima di convocare un tavolo tecnico per discutere la questione e arrivare, oggi, a una soluzione sì tampone ma che risulta indispensabile per tutelare migliaia di posti di lavoro in zona industriale. “Abbiamo dimostrato di essere operativi e fattivi – le parole di Cannata – tutelando l’occupazione e la produzione. Abbiamo confermato di voler puntare sul rilancio del Polo anche in chiave prospettica con investimenti sul sito”. In sintesi vengono definite le procedure di amministrazione temporanea anche nel caso in cui sia il governo a procedere d’ufficio, con il commissario ministeriale che può avvalersi anche di società a controllo pubblico operante nel medesimo settore e senza pregiudizio della disciplina in tema di concorrenza. L’amministrazione temporanea è disposta per un periodo di 12 mesi, prorogabile una solo volta fino a ulteriori 12 mesi. Infine si determinano le procedure con le quali vengono attivate misure di sostegno della capitalizzazione dell’impresa idonee a consentire un rafforzamento patrimoniale ai fini dell’accesso agli interventi erogati dal patrimonio destinato (Cassa depositi e prestiti) e al Fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali e la prosecuzione della attività di impresa (Invitalia). “Lo avevo detto in campagna elettorale – conclude Cannata -: è necessario un cambio di passo per l’immediato futuro e la risoluzione immediata della vicenda Lukoil. Così è stato, è finito il tempo delle parole ed è cominciato quello dei fatti

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*