Google+
Ultime Notizie

Il patrimonio storico di Canicattini sulla prestigiosa rivista nazionale “Sibrium”

Il territorio ibleo e il patrimonio archeologico di Canicattini Bagni nella prestigiosa rivista “Sibrium”, fondata dall’archeologo Mario Bertolone, nel nuovo numero, il 33, presentato domenica 15 Dicembre nella Sala Consiliare del Comune di Golasecca, in provincia di Varese, grazie al lavoro svolto dai giovani archeologi e specialisti siciliani dell’Associazione “Aditus in rupe” presieduta dal canicattinese Antonino Cannata.

 

In questo nuovo numero, al quale il Comune di Canicattini Bagni ha concesso il patrocinio non oneroso e l’utilizzo del proprio logo, sono due gli articoli, correlati da numerose foto, che parlano dell’eccezionale scoperta di un sito preistorico d’epoca castellucciana lungo la valle Cavadonna, nella piana di Floridia, e dei rilievi fotogrammetrico nei contesti rupestri dei Monti Iblei con lo studio di alcune tombe preistoriche e ambienti ipogeici ascrivibili ad età tardoantica, tra questi il famoso ipogeo ebraico di Cugno Case Vecchie a Canicattini Bagni.

 

Due importanti studi e rilevazioni a carattere multidisciplinare che hanno visto impegnati archeologi, naturalisti ed esperti nel rilievo architettonico dei monumenti antichi, come Antonino Cannata, Marco Scaravilli, Luca Aprile, Salvatore Russo ed Eduardo Arioti.

 

A Golasecca, il ponderoso nuovo volume di 500 pagine e altrettante figure di “Sibrium”, dopo gli onori di casa fatti dal Sindaco Claudio Ventimiglia e dal Vicesindaco Bruno Specchiarelli, e la lettura dei saluti inviati dal Prof. Maurizio Harari, docente all’Università di Pavia, è stato illustrato dalla Direttrice della rivista, Lucina Caramella, e dal suo vice Alfredo Lucioni, docente presso l’Università Cattolica di Milano.

 

Dopo l’introduzione nel doveroso segno di Mario Bertolone, archeologo e storico Direttore dei Musei Civici di Varese, il numero 33 di “Sibrium” propone luoghi e temi di ampia campata cronologica e geografica: dalla protostoria al medioevo, dall’areale golasecchiano e dal Seprio a Milano, alla Romagna, all’Etruria, al Lazio, alla stessa Roma, fino alle isole di Sicilia e Sardegna.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*