Home / Se te lo fossi perso / Politica / Il sindaco Italia: “Dimissioni i due assessori? Non mi turbano”

Il sindaco Italia: “Dimissioni i due assessori? Non mi turbano”

La sospensione della collaborazione di Italia Viva con la giunta Italia con le conseguenziali dimissioni degli assessori Cosimo Burti e Alessandro Schembari non sconvolgono il sindaco Francesco Italia. “La prospettiva di un abbandono degli assessori di riferimento a Italia Viva non mi turba – dice il sindaco – Avevo annunciato che in estate avremmo fatto una verifica ma, fino ad oggi, non mi era pervenuta alcuna richiesta. Ritengo che questo modo di agire faccia parte delle dinamiche politiche e dell’immancabile fibrillazione che precede le elezioni regionali, fissate fra due anni. Premesso che, a breve, avremo avuto un chiarimento su tutti gli aspetti amministrativi e politici, attendo di ricevere informazioni e comunicazioni ufficiali e spero proprio che queste non giungano attraverso dichiarazioni rilasciate dagli assessori o dai coordinatori dei partiti attraverso i giornali”.  Sempre in tema politico, anche tra alcuni dirigenti del partito democratico si parla, in termini chiari e non più derogabili, di una fine della collaborazione con l’amministrazione comunale, ritenuta “sbilanciata e priva di prospettive” dal segretario cittadino Santino Romano, il sindaco Francesco Italia non si scompone ripassando la patata bollente a chi riteneva dovergliela scaricare. Risponde, quindi, con un perentorio appello all’unità del Pd.

“Ho sempre dato seguito a tutte le richieste d’incontro del Pd – spiega il primo cittadino – ho condiviso i contenuti dei loro manifesti per cui mi viene difficile comprendere la presa di posizione del segretario cittadino. Anzi, mi chiedo per conto di quale Pd egli parli e a quale Pd faccia riferimento? Le ultime vicende e le lotte intestine al partito democratico hanno disvelato la presenza di grossi problemi che, però, si devono risolvere al più presto per il bene di tutti”.  

La disamina del sindaco Italia comprende non soltanto il futuro del partito ma anche la prospettiva politico-amministrativa che rischia di sfuggire all’orizzonte ancora molto nebuloso per non dire limaccioso e pieno d’insidie. “Faccio appello all’unità del Pd – incalza Italia – ragionando anche nell’ottica del periodo storico in cui stiamo vivendo, per affrontare il quale un partito come il Pd deve giocare un ruolo da protagonista”.  

Poi s’affretta ad annunciare un gesto di apertura al colloquio anche se condizionata: “L’amministrazione resta disponibile al dialogo e al confronto ma è chiaro che se all’interno del partito democratico c’è qualcuno che non si senta rappresentato dai loro assessori, è certamente un problema che dovrà risolvere il partito”. 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube