Home / Se te lo fossi perso / Politica / Italia Viva: 5 obiezioni alla nuova Ztl

Italia Viva: 5 obiezioni alla nuova Ztl

Come un fulmine a ciel sereno apprendiamo che l’amministrazione, nei prossimi giorni, estenderà la ZTL all’intera isola di Ortigia, chiudendo l’accesso del Ponte Umbertino a partire dalle 17,30. Condivisibile l’idea, pessime la tempistica e le modalità di esecuzione. Ogni misura che comporti un impatto notevole sulle abitudini dei cittadini in termini di mobilità, soprattutto in relazione al centro storico, necessita di sperimentazione (non certo da effettuare in piena stagione estiva) e deve essere preceduta da una corretta campagna informativa. La frettolosità con cui è stato assunto il provvedimento si evince pure dalla mancanza di una telecamera che riprenda i veicoli in entrata nella ZTL dal Ponte Umbertino. Il Sindaco e l’Assessore dichiarano che l’ingresso di Ortigia dal Ponte Umbertino sarà presidiato da pattuglie di Polizia Municipale (proprio per supplire tale assenza), ma ciò determina altri interrogativi:

1) i Vigili Urbani presidieranno il varco anche oltre le 2 di notte?

2) se sì, è stato previsto un quinto turno lavorativo dalle 2 alle 8;

3) quanto incideranno sulle casse comunali gli emolumenti per i turni notturni ed eventuale lavoro
straordinario per i Vigili Urbani impiegati nel servizio per l’intera stagione estiva?

4) se invece i Vigili Urbani, come previsto per legge, ultimassero l’ultimo turno di servizio alle 2 (o a mezzanotte), chi presiederebbe l’ingresso del Ponte Umbertino in assenza di telecamera della ZTL fino alle 7?

5) se nessuno presidiasse il varco durante le ore notturne non si correrebbe il rischio di vanificare l’intero progetto? Certamente è corretto l’uso degli autobus per l’accesso in Ortigia partendo dai parcheggi Von Platen e di Via Elorina (misura già realizzata dall’amministrazione Garozzo nella primavera e nell’estate del 2017, peccato solo che il Sindaco Italia abbia impiegato appena quattro anni per realizzare le cose fatte bene prima della sua sindacatura), ma chi, tra i cittadini, conosce l’esistenza di questo servizio? Modifiche come quelle annunciate avrebbero dovuto essere sperimentate con decorrenza dai primi giorni del mese di maggio, non certamente in piena estate, così come quella introdotta la scorsa settimana, in relazione alla circolazione in entrata dal Ponte Santa Lucia che ha determinato una situazione caotica anche per l’assenza di comunicazione preventiva. Una amministrazione distaccata dalla cittadinanza e che non riesce a programmare. Chissà quale modifica ci attende la prossima settimana!

Salvatore Piccione

già assessore alla Mobilità e Trasporti e alla Polizia Municipale

del Comune di Siracusa – Italia Viva Siracusa

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube