Home / Se te lo fossi perso / Attualità / La fiera dei morti si trasferisce da Ortigia in via Giarre

La fiera dei morti si trasferisce da Ortigia in via Giarre

Cambia sede la Fiera dei Morti. Il mercato organizzato ogni anno nella settimana in cui si commemorano i defunti sarà trasferito fuori Ortigia. Già quest’anno si terrà tra via Sant’Orsola, viale dei Comuni e via Giarre, nel rione Santa Panagia ma nel 2017 sarà individuata una sede definitiva.

            A queste conclusioni hanno portato la riunione di stamattina voluta dall’assessore alle Attività produttive, Gianluca Scrofani, che ha incontrato i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti e delle circoscrizioni Ortigia, Tiche e Akradina.

            “Una decisione – afferma l’assessore – che soddisfa principalmente due esigenze: rispettare la naturale vocazione turistica di Ortigia, salvaguardando la fruizione del patrimonio storico e monumentale; rilanciare una fiera che negli ultimi anni registrava un calo in termini di pubblico, commercianti e volume d’affari”.

            Ortigia nei prossimi giorni sarà interessata da modifiche sulla Ztl e sulla mobilità – e dunque sui parcheggi – per cui è diventato necessario non occupare spazi che potrebbero aumentare i disagi  a chi vive nel centro storico o vi si reca per trascorrervi qualche ora.

            “La fiera – spiega l’assessore Scrofani – si terrà dal 28 ottobre al 2 novembre. Avevamo pensato di tenerla in piazza Sgarlata ma tale ipotesi è stata scartata perché si sarebbe accavallata con il mercato settimanale del mercoledì e avrebbe causato danni ad altri ambulanti. Tutti assieme, allora, abbiamo condiviso l’individuazione l’area tra via Sant’Orsola e viale dei Comuni, scelta che ci permetterà di dare spazio ai giostrai e di assicurare l’apertura serale del vicino mercato di via Giarre. L’obiettivo  che cerchiamo sempre di perseguire, in una più ampia visione di servire i quartieri periferici, è di trovare – conclude l’assessore Scrofani – spazi per mercati idonei e coerenti con il contesto urbano tenendo conto delle esigenze degli ambulanti e degli utenti”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*