Home / Se te lo fossi perso / Politica / L’assessore Maria Rita Sgarlata con le ore contate

L’assessore Maria Rita Sgarlata con le ore contate

Sembrano contate le ore per l’assessore regionale all’Ambiente, Maria Rita Sgarlata. Dopo le dichiarazioni rilasciate venerdì scorso dal governatore Crocetta, già nella giornata odierna si attendono novità da Palermo circa il futuro della Sgarlata nell’esecutivo regionale.

Potrebbe quindi costare tanto la questione della piscina prefabbricata installata nella sua villa al mare.Al governatore, che venerdì aveva atteso invano le dimissioni, non è piaciuta la difesa dell’assessore Sgarlata, con le accuse sulla gestione dei beni culturali «svenduta» al Pdr del deputato siracusano Pippo Gianni, che difenderebbe gli interessi dei costruttori. Una dichiarazione che la pone di fatto fuori dalla fiducia del presidente. La Sgarlata ha provato nel fine settimana a correggere il tiro, sostenendo che non ha mai parlato di assessorato svenduto. La diplomazia, intanto, si è messa in moto. La vice segretaria del Pd Mila Spicola ha provato a «salvare» l’assessore al Territorio Maria Rita Sgarlata dal licenziamento. Ma l’umore del presidente non sembra cambiato e per oggi è attesa una decisione sul futuro dell’esponente renziana in giunta.

 “Sulla vicenda della Soprintendenza di Siracusa non parteciperò ad alcun incontro con Crocetta poiché totalmente inutile – afferma il leader di Green Italia, Fabio Granata il quale continua:assistiamo alle “comiche finali”del peggior governo della storia della Sicilia. Ma se qualcuno ritiene di aver aperto la strada a palazzinari e speculatori ha fatto male i suoi calcoli: dal Parco Neapolis alle mura Dionigiane, da Tremmilia al Plemmirio,dal Porto Grande alle Ville storiche superstiti,creeremo una vigilanza politica senza precedenti per bloccare ulteriore cemento e altre offese  alla nostra bellissima Città, Patrimonio UNESCO. Ci auguriamo che Bice Basile possa far valere le sue ragioni in ogni sede e che l’architetto Rizzuto abbia senso di responsabilità, liberandosi da ogni condizionamento politico e da ogni ‘pressione’che subirà”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*