Home / Primo Piano / Lentini, automobilisti indisciplinati: sanzioni per 12mila euro

Lentini, automobilisti indisciplinati: sanzioni per 12mila euro

Nel corso della scorsa settimana sono stati eseguiti dei servizi straordinari di controllo del territorio nel Comune di Lentini, per la prevenzione e il contrasto della criminalità mafiosa e anche al fine di prevenire e contrastare la commissione di reati predatori in danno di persone, abitazioni e attività economiche.

Il servizio, predisposto con apposita ordinanza del Questore di Siracusa, ha impegnato 4 pattuglie del Commissariato di Lentini e 8 del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia orientale di Catania.

I servizi straordinari di controllo del territorio si aggiungono alle ordinarie pattuglie di pronto intervento che quotidianamente sono impegnate nei servizi di controllo nell’arco delle 24 ore.

In particolare, sono stati controllati numerosi soggetti, nonché numerosi veicoli, in sosta ed in transito, tramite il sistema “Mercurio”, costituito da una telecamera, installata sulle autovetture della Polizia di Stato, che permette la lettura ed il riscontro delle targhe dei veicoli con accertamento automatico tramite banca dati.

Complessivamente, sono state controllate 213 persone, 131 veicoli, 22 soggetti sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari ed eseguiti 2 fermi amministrativi e 1 ritiro carta di circolazione e contestuale sequestro del mezzo.

Nell’ambito dei controlli, sono state elevate 12 contravvenzioni al codice della strada, per un ammontare di 12mila euro.

Infine, sono state effettuate anche una serie di perquisizioni personali e veicolari. In particolare, nel corso del servizio un lentinese di 21 anni è stato denunciato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, poiché lo stesso non si fermava all’alt Polizia e, dopo un lungo inseguimento, veniva bloccato lungo la provinciale 16 Lentini – Scordia.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*