Google+

Lucia torna a Siracusa, il corpo della Vergine sosterà nella cripta del Santuario

Il Santuario della Madonna delle Lacrime, la chiesa del Sepolcro, la Cattedrale. Il corpo di santa Lucia, che tornerà a Siracusa il prossimo 14 dicembre, toccherà i luoghi simbolo della storia cristiana della città. L’arrivo della reliquia custodita nella chiesa di San Geremia a Venezia, è previsto per le 15.30 del 14 dicembre. L’elicottero militare che lo trasporterà dalla città lagunare, atterrerà sul prato del campo scuola “Pippo Di Natale”. Subito dopo, ultimate le operazioni di apertura della cassa, il corpo della Martire sarà posto sul fercolo che, come dieci anni fa, verrà messo a disposizione dalla chiesa di Carlentini. La processione, lungo un tratto di viale Teracati e corso Gelone, arriverà in via Testaferrata per una visita all’ospedale Umberto I. Pochi, intensi, minuti che precederanno l’arrivo all’interno del Santuario della Madonnina dove resterà il tempo della celebrazione eucaristica presieduta dal Patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia. “Un momento carico di spiritualità – ha sottolineato il presidente della Deputazione di Santa Lucia, Giuseppe Piccione – con la figlia che incontra la Madre”.

Finita la celebrazione eucaristica, il corteo muoverà alla volta della basilica del Sepolcro e lì, come nella storica visita del 2004, resterà ai piedi del simulacro argenteo. “Come dieci anni fa arriveranno pellegrini da ogni parte della Sicilia e dell’Italia meridionale – ha detto monsignor Sebastiano Amenta, delegato dell’Arcivescovo, Salvatore Pappalardo, all’organizzazione dell’evento – Sono certo che saranno decine di migliaia di pellegrini e i devoti, per questo stiamo già attivando un punto di riferimento per le prenotazioni.” L’info point è già attivo da ieri all’interno della chiesetta di San Nicolò all’ingresso del parco archeologico. La Kairos sta già raccogliendo le prime adesioni delle comunità luciane della Sicilia.

Particolare attesa per la festa dell’Ottava che, il 20 dicembre, vedrà insieme, corpo e reliquario, tornare verso Ortigia e la Cattedrale. Sotto l’altare maggiore il corpo di Santa Lucia resterà per due giorni; il 22 dicembre ripartirà a bordo dell’elicottero che decollerà dallo spiazzo della Capitaneria di Porto.

“La testimonianza della visita di Santa Lucia – ha sottolineato monsignor Salvatore Pappalardo – ci conferma la piena consacrazione a Cristo. E’ questo che i siracusani dovranno sperimentare e vivere in quei giorni. Il cammino nei luoghi simbolo della nostra Chiesa è il rinnovare la nostra fede e la voglia di conversione autentica per tutti.”

Un commento

  1. concepcion maria greco

    Buenas noches…soy del circulo de Santa Lucia …fui en el 2004..cuando vino a SIRACUSA…ojala podamos estar ahi en diciembre,,,,fue INOLVIDABLE,,,y como hija de Siracusano me gustaria
    gracias a todos y que Santa Lucia nos ayude a poder llegar para este gran evento.
    saludos

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*