Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Molotov contro la casa dell’avvocato Ezechia Reale

Molotov contro la casa dell’avvocato Ezechia Reale

Una bottiglia incendiaria è stata lanciata contro l’abitazione dell’avvocato Ezechia Paolo Reale. Ignoti malviventi, infatti, ieri pomeriggio, intorno alle 16.30 hanno lanciato la molotov che s’è infranta contro la parete dell’abitazione del penalista siracusano. L’esplosione ha mandato a fuoco il cassonetto della spazzatura, che si trovava a ridosso della finestra di una delle stanze al pianoterra dell’abitazione di via Puglia.

L’intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. “Sono certo che sia un gesto volontario – ha commentato il portavoce del movimento Progetto Siracusa – Saranno i poliziotti a dire se era un gesto doloso contro la mia abitazione oppure se si tratti di uno dei tanti gesti per bruciare i cassonetti traboccanti d’immondizia”.

SOFIA AMODDIO: “GESTO DA CONDANNARE”. “Esprimo la mia solidarietà all’avvocato Paolo Reale e alla sua famiglia”. Così l’On. Sofia Amoddio del Partito Democratico. “Da quanto leggo, non si comprende la finalità del gesto se diretta alla emergenza rifiuti o all’abitazione di Reale, ma quale che sia, il gesto é da condannare”. “Qualunque sia la finalità, é un atto intollerabile che alza a livelli inaccettabili lo scontro politico in città”. “Il tema della capacità di conferimento dei rifiuti in discarica é di competenza regionale, anche se occorre in questo momento di emergenza, la massima collaborazione di tutti i cittadini”. “Era vietato prima ma diventa ancora più inaccettabile adesso non avere il senso della città comune ed abbandonare in strada mobili e materiale ingombrante”. “Sono certa che l’amministrazione comunale farà presto la sua parte attivandosi per trovare una soluzione al conferimento dei rifiuti. Occorre chiedersi con estrema onestà chi ha alzato a dismisura i toni della tensione politica? Ognuno si faccia un esame di coscienza, perché esiste una misura in tutto ed è necessario smorzare i toni per riportare il confronto politico ad un livello civile. Confido dunque nel lavoro delle forze dell’ordine per fare chiarezza sull’accaduto”.

SOLIDARIETA’ DAL GRUPPO PROGETTO SIRACUSA. “Che qualcuno abbia potuto scegliere proprio una finestra della casa dell’avv. Ezechia Paolo Reale per lanciare una bottiglia incendiaria in segno di insofferenza per l’ormai fetida città, Progetto Siracusa ci crede poco. Crede, piuttosto, che oramai il clima altrettanto insopportabile di questa città tenda a confondere le carte, ad annebbiare le menti”. Lo dice il Coordinatore Cittadino di Progetto Siracusa, Carmen Perricone, che prosegue: “Progetto Siracusa crede che quel gesto sia davvero il segno di una città alla deriva dove, per la seconda volta, l’esponente di spicco dell’opposizione cittadina, viene preso di mira pensando codardamente di impaurire, ad oggi, non solo la persona ma anche la famiglia. Rimane l’amarezza per un’azione insensata di chi pensa di intimorire intelligenza e volontà di un leader che tale rimane, anche in situazioni che scoraggiano l’agire indipendente dell’uomo e del politico”.

 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*