Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Noto, festa del Santo Patrono, fervono i preparativi

Noto, festa del Santo Patrono, fervono i preparativi

Poco più di mese separa i fedeli e la comunità tutta dalla grande festa in onore del Santo Patrono Corrado Confalonieri, il 19 febbraio si avvicina a grandi passi per chiudere anche l’intero anno dedicato ai 500 anni dalla sua Beatificazione. 365 giorni ricchi di tanti appuntamenti che hanno dato lo spunto per approfondire la storia e il passaggio sulla terra, e soprattutto nella città che lo ha adottato non lasciandolo più andare, del Santo Eremita. Fulcro delle celebrazioni il Duomo di Noto e l’Eremo di San Corrado, mete di migliaia di fedeli in un flusso continuo di pellegrinaggi e preghiere. La Diocesi, le Associazioni dei Portatori di San Corrado e dei Portatori dei Cilii, così come l’Amministrazione comunale, hanno profuso sforzi ed impegno massimo per lasciare un segno indelebile nei festeggiamenti iniziati proprio nel febbraio del 2015 e che volgono al termine. Ma c’è ancora tempo per iniziative come quella della Pro Noto che segnaliamo oggi: dal 18 gennaio, lunedì prossimo, e sino al 18 febbraio 2016, presso la sala multimediale dell’Associazione Turistica “PRO NOTO”, continueranno le proiezioni del film documentario “Vita di San Corrado Confalonieri eremita francescano” con la regia di Gianni Virgadaula. La pellicola è ancora stata realizzata grazie al Comune di Noto, la Film Commission provinciale e l’Istituto Culturale di Sicilia per la Cinematografia. “Invitiamo tutti a vedere il film – ci dice il Presidente della Pro Noto-. E ricordiamo che vista la capienza della nostra sala multimediale, circa 50 posti, consigliamo di effettuare la prenotazione presso la nostra segreteria, sita in via Vincenzo Gioberti nr.13, aperta da lunedì a venerdì, con i seguenti orari dalle ore 09,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00″.
E.V.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*