Home / Cultura / Noto, finissage della mostra Tattaratà

Noto, finissage della mostra Tattaratà

Come un oggetto semplice, una volta molto utile ma ormai in disuso, può diventare un’accattivante opera d’arte; ce l’ha mostrato l’etneo Filippo Monaco con i suoi elaborati tipografici esposti ai Bassi di Palazzo Ducezio.

Dallo scorso 13 gennaio le creazioni, realizzate con i caratteri tipografici in legno, recuperati non senza fatica e con grande intuizione, hanno suscitato molto interesse e curiosità tanto da far prolungare il periodo dell’esposizione sino a sabato scorso quando si è svolto il finissage. Presente il Sindaco di Noto Corrado Bonfanti e l’Assessore alla Cultura Sabina Pangallo che hanno evidenziato e sottolineato il successo della mostra: “Questi oggetti rappresentano la storia ma visti rielaborati in opere d’arte ci danno la misura di una creatività ed originalità senza confini – ha detto il Sindaco nei suoi saluti-. Gli artisti ci danno davvero tanto”. Molto soddisfatta anche l’Assessore Pangallo: “Filippo Monaco ha, in poco più di un mese, creato un rapporto con la comunità attraverso il dialogo ed anche l’incontro con gli studenti”. Feeling corrisposto pienamente come dichiarato dallo stesso artista: “Sono stato in uno spazio davvero bello, ed ho fatto incontri molto interessanti; io mi sento più un artigiano che un artista con i miei elaborati da caratteri tipografici in legno e colori su tela”. Si forma in bottega o ‘per strada’, come ama lui stesso dire, e sviluppa un senso della precisione e della composizione esasperato e puntuale, esprimendosi attraverso tante tecniche, dalla fotografia al cuoio. Agli inizi degli anni ’90 comincia la ricerca e la raccolta di caratteri tipografici in legno provenienti esclusivamente dalle antiche tipografie etnee, salvando di fatto un pezzo della storia della stampa siciliana e assicurandolo a una tradizione futura. Ne fa una passione vera e propria sino a vederli comporsi tra le sue mani in opere plastiche dalla raffinatezza unica. Per il momento conclusivo la curatrice della mostra Red Liliz, insieme con Tabarè, Female Sicilian Makers, hanno allestito una vera festa con il duo Coppola Live, mapping audio video di Brex&Lapsus- dada unser & Friends; un finale in allegria per sancire il successo di Tattaratà.

E. V.
 

 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube