Home / Cultura / Noto, Francesco Valvo entra nel Direttivo Nazionale di Doc.it
Francesco Valvo

Noto, Francesco Valvo entra nel Direttivo Nazionale di Doc.it

Francesco Valvo, componente del Collettivo artistico FrameOff di Noto, insieme con Licia Castoro, Francesco Di Martino e Giuseppe Portuesi, organizzatori, tra le altre cose, del Festival DocumentariaNoto, è uno dei 9 componenti del Nuovo Consiglio Direttivo di Doc/it per il biennio 2017/2019. Le elezioni si sono tenute lo scorso 3 marzo nella Casa del Cinema di Roma e questi sono gli eletti: Stefania Casini (Vice Presidente), Edoardo Fracchia, Agnese Fontana (Presidente), Davide Morabito, Massimo My, Lara Rongoni (Tesoriere), Enrico Pacciani, Francesco Valvo e Marco Visalberghi (vice Presidente). Una nomina che ha un significato ed un’importanza di primissimo piano perché “Doc/it è l’Associazione Documentaristi Italiani, fondata nel 1999, riconosciuta in Italia ed all’estero come l’ente di rappresentanza ufficiale dei produttori e degli autori del documentario italiano. Centinaia gli associati tra imprese e autori, in costante confronto con un bacino di 3000 soggetti, tra operatori nel settore dell’audiovisivo e della comunicazione e rappresentanti di enti, istituzioni, università e luoghi di cultura. L’obiettivo di Doc/it,  è promuovere il Cinema documentario, sostenerne lo sviluppo e operare per la sua più ampia diffusione”. Dunque la consapevolezza di un’importante tappa professionale per il giovane autore netino che è figlia di un lavoro e di un impegno costante sul territorio soprattutto con il Festival DocumentariaNoto, capace in sole quattro edizioni ad imporsi come realtà seria e qualificata nel panorama documentaristico italiano. Innumerevoli i riconoscimenti ottenuti dal settore, confermate dalle annuali partnership, e concretizzate con la scelta nel 2015 di inserire la città di Noto, insieme a Torino, Roma, Berlino ( solo per citarne alcune ), tra quelle che hanno ospitato il Mese del Documentario, tra le più importanti iniziative promosse da Doc/it in ambito internazionale. Francesco Valvo da poco più di una settimana è dunque nel Direttivo Nazionale dell’Associazione ma questa nomina ha radici forti e solide. “Mi preme innanzitutto ringraziare Simone Catania della Indica Film che ha segnalato con il mio nome il Collettivo FrameOff e il nostro Festival ; evidente il significato e l’apprezzamento ottenuto dal Festival che se pur giovane ha una sua precisa identità frutto di un capillare lavoro di squadra”. Nella composizione del nuovo Direttivo Nazionale di Doc/it è apparsa chiara la volontà di poter non soltanto immettere giovani ma anche una rappresentatività di tutto lo Stivale, dalle Alpi alla Sicilia. “Ecco che la mia presenza e il ruolo che vorrò ricoprire, e per il quale lavorare nel biennio di competenza, sarà quella di una vera rappresentanza di tutto il Sud Italia ancora piuttosto indietro nonostante la significativa presenza di autori validi. Non esistono, al momento, interlocutori reali e mi piacerebbe, invece, essere un vero riferimento, un catalizzatore degli interessi di autori e produttori. Con la possibilità di portare delle istanze concrete in seno alle discussioni del Direttivo. Questa nomina parte da lontano e soprattutto parte da scelte precise e condivise che hanno visto in primis il Collettivo FrameOff, che sul Festival ha scommesso tanto del proprio impegno; supportato dalle scelte, anche in questo caso precise e mirate, dall’Amministrazione Comunale della Città di Noto e dal pubblico. Quel pubblico che dalla prima edizione è stata la nostra forza e il nostro miglior bigliettino da visita e che oggi deve condividere con noi questo risultato”. Un impegno serio per Francesco Valvo che sta già proiettandosi alla prossima riunione con un lavoro preparatorio sui passi da compiere in questi due anni. “Mi sembra opportuno iniziare da una fase di approfondita conoscenza di ciò che abbiamo da Roma in giù; anzi colgo l’occasione per fare un autentico appello a quanti operano nel documentario perché un incarico di tal genere per essere veramente produttivo deve ricevere e accogliere le richieste e le istanze del territorio”.  Per Francesco Valvo e tutto il Collettivo FrameOff l’in bocca al lupo per questo nuovo traguardo che in realtà è un punto di partenza per strade tutte da percorrere e di cui scopriremo man mano la reale portata.

 
Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube