Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Noto, illustrata la funzionalità dei fondi Pac

Noto, illustrata la funzionalità dei fondi Pac

si sono tenuti gli incontri presso il Centro Distrettuale di cittadinanza, alla presenza del neo Assessore al Welfare Vincenzo Medica, del Dirigente del settore Guido Serravalle e della Responsabile del Centro Giuseppina Ferlisi, relativamente ai Fondi Pac (Piano azione coesione). “Importante fase di sviluppo all’assistenza infanzia ed anziani -dichiara l’Assessore Medica-. I Pac hanno, infatti, come obiettivo primario quello di ampliare l’offerta complessiva dei servizi distrettuali, il vero futuro dell’intero comparto”.  Il Piano infanzia 1° riparto approvato dal Ministero per l’importo complessivo distrettuale di € 812.549,00, questa somma è stata ripartita ai 5 Comuni in base al numero degli abitanti nel modo seguente: Noto 192.574,11 Avola 225.888,62 Pachino 176.323,13, Rosolini 182.823,53 Portopalo 34.939,61. Verranno realizzati servizi di asilo nido in tutti i Comuni, eccetto Portopalo, dove verranno realizzati i cosiddetti servizi integrativi, di tipo socio-ricreativo. Fascia d’età: bambini 0-3 anni. Strutture tutte di proprietà dei
Comuni. Il 2° riparto ha stanziato per l’infanzia la somma di € 1.603.502,00, cosi ripartita: Noto 361.589,70 Avola 472.552,04 Pachino 347.158,18 Portopalo 68.950,59 Rosolini 353.251,49. Le indicazioni del Ministero sono di continuare la programmazione del 1° riparto, potenziandola. “Per i Pac anziani è stato presentato un piano per l’ereogazione del servizio SAD (assistenza a domicilio per la cura e l’igiene della casa). – ci spiega sempre l’Assessore Medica- Non è
stato presentato il servizio ADI (assistenza domiciliare integrata) in
quanto è previsto in due progetti: uno del piano di zona e un’altro
regionale”.  La somma destinata gli anziani con il 1° riparto è di € 758.234,00, mentre con il 2° riparto ammonta a circa 800.000,00 euro. “In queste due giornate abbiamo, dunque, illustrato tutti questi particolari e dati al partnariato locale in modo da confrontarci e ricevere esigenze e indicazioni. Risulta fomdamentale, per la nostra azione amministrativa, il confronto e la partecipazione che è stata già significativa in questi incontri e che speriamo lo sia altrettanto ed anche più prima dell’avvio del secondo riparto, tra fine maggio e inizio giugno”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*