Home / Cultura / Noto, imparare a essere felici secondo Paolo Crepet

Noto, imparare a essere felici secondo Paolo Crepet

Uno straordinario Paolo Crepet ha incantato con la sua ironia, lanciando più di un messaggio di grande impatto e forza, la platea dell’aula magna “Giovanni Paolo II” del Seminario Vescovile, nella quinta giornata di Volalibro, Festival della  cultura per ragazzi giunto alla VII edizione. “Essere felici significa, anche osare; il mio consiglio, sempre nel rispetto, è di non cedere al condizionamento ma essere liberi per crescere nella personalità. La vita non è un supermercato dove tutte le cose sono in vista, la vita deve invece essere una scoperta continua, perchè l’unico senso della vita è perdere la testa per qualcosa, e coltivare i propri sogni”. Tante le domande poste dai ragazzi presenti in aula magna che hanno dato vita a nuove riflessioni, sul senso e il compimento della propria vita a cui questi ragazzi si stanno appena affacciando. “Ho l’ambizione di credere che qualcuno di voi, a settant’anni guarderà alla propria vita con la consapevolezza di una responsabilità esclusivamente propria se sarà stata soddisfacente o meno. Noi soli siamo i tenutari della nostra felicità. Ecco perchè mi piacerebbe in una ipotetica scuola del futuro che si potesse insegnare l’autostima, l’autonomia e la creatività; perchè la vera rivoluzione è essere se stessi. E vi lascio con una domanda: cos’è per voi l’essenziale? Per me è il sogno”. E dopo la splendida esperienza con i ragazzi degli Istituti superiori, Paolo Crepet ha aperto nel pomeriggio, sempre di giovedì scorso, in Teatro, il master formativo “Genitori e figli istruzioni per l’uso 2014/2015” con il tema “La sfida educativa”. Master che vedrà altri tre appuntamenti con altrettanti esperti di altissimo livello, Ultimi giorni davvero pieni di incontri speciali, tra il laboratorio di giornalismo, a cura di Andrea Lodato, a quello “Novelle per un giorno” a cura di Vincenzo Spadaro e Antonella Tavera, dalla visita alla mostra documentaria su Mariannina Coffa a quella al Centro di Radioastronomia INAF in contrada Renna. Autori, scrittori, giornalisti, uomini politici in tanti e tutti autorevoli nella proposta di Volalibro, il Festival della cultura per ragazzi, giunto alla VII edizione che volge al termine. Domenica 30 novembre alle ore 17 al Teatro “Tina Di Lorenzo” si terrà il momento finale alla presenza del Sindaco di Noto, Corrado Bonfanti.
Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*