Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Noto, inaugurato il primo micro nido comunale “Teresa Schemmari”

Noto, inaugurato il primo micro nido comunale “Teresa Schemmari”

E’ stato inaugurato il primo micro nido Comunale a Noto intitolato a Teresa Schemmari, che ospiterà 20 bambini dell’età compresa tra i 20 e i 36 mesi, per 7 ore quotidiane, dal lunedì al venerdì. La struttura si trova, con ingresso da via Di Giovanni, nell’edificio scolastico Don Bosco, e si presenta attrezzata di spazi interni ed esterni moderni, luminosi, funzionali ed accoglienti. Una novità assoluta per il Comune di Noto che ha visto la luce grazie ad una sinergia proprio tra l’Amministrazione Comunale, sotto le sollecitazioni del Sindaco Corrado Bonfanti e del suo Assessore al ramo Vincenzo Medica, con il proprio settore Welfare, e il Centro Distrettuale Socio Sanitario D46 coordinato dal Dottor Guido Serravalle, Dirigente del Settore al comune di Noto. A prendere la parola, prima della scopertura della Targa posta all’esterno della struttura e del taglio del nastro, è stato stata la dottoressa Giusi Ferlisi referente distrettuale dei Pac infanzia: “Siamo molto contenti di aver raggiunto questo risultato che non è stato solo di Noto ma anche di Pachino, Rosolini ed Avola (in quest’ultimo caso il nido deve ancora essere inaugurato, n.d.r.) mentre a Portopalo abbiamo realizzato uno spazio gioco aperto per quattro ore al giorno, e per cinque giorni a settimana. Il tutto possibile grazie a fondi ministeriali ed all’impegno di tutti i settori comunali, da quello del Welfare all’ufficio tecnico che ha praticamente realizzato il nido, dalla ristrutturazione dei locali alla loro sistemazione, curata dall’impresa Floridia. Ringrazio la dottoressa Lorefice, il dottor Strazzeri, le dottoresse Maurano e Cappellani, e la grande professionalità de “La Garderie” di Siracusa che impiegherà tre educatrici professionali qui a Noto, ed un coordinatore che seguirà e gestirà tutte le attività dei progetti per l’infanzia nel Distretto”.  A seguire ha poi preso la parola il dottor Guido Serravalle: “Come Dirigente del settore Welfare e come Coordinatore del Gruppo Piano sono molto contento, abbiamo messo tanto impegno e posso già annunciare che verrà potenziato grazie al fatto che il Pac Infanzia secondo riparto è  stato già approvato e finanziato”. Molto soddisfatto anche il Primo Cittadino Corrado Bonfanti che ha fatto i complimenti a tutti ricordando anche l’importante presenza dei dirigenti scolastici degli Istituti di Noto, Corrado Carelli e Antonella Manganaro, e di come dopo dieci anni di immobilismo, dal 2011 il Centro Distrettuale D46 ha finalmente iniziato ad operare nella direzione dei bisogni della Comunità nelle sue fasce più deboli: “Da diversi anni ormai (riferendosi al nome scelto per l’asilo, n.d.r.) stiamo mettendo in evidenza il ruolo delle nostre donne e della traccie lasciate nella città ecco perché l’intitolazione a Teresa Schemmari sociologa ed elemento di riferimento assoluto per Noto a cui spesso con l’aiuto delle Istituzioni Scolastiche abbiamo dedicato dei momenti di approfondimento. E sono particolarmente felice per la presenza stamane del fratello di Teresa, Vincenzo”. Un inizio, come si è detto, un importante servizio per la città ed i genitori in difficoltà per la crescita, l’assistenza dei propri bimbi più piccoli; una grande mano d’aiuto che verrà , come annunciato, ancor più incrementata.
Emanuela Volcan  

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*