Google+

Noto, l’artista Valentina Mammana in Giappone per “Tokio infiorata 2019”

Nell’atmosfera dell’hanami, tradizione poetica e suggestiva del Giappone dedicata all’osservazione dei fiori, in particolare dei ciliegi, si è pronti a vivere “Tokio Infiorata 2019”, che si svolge in  50 sedi dell’area metropolitana, organizzata dalla Hanae Cultural Association e che vedrà protagonista l’artista netina Valentina Mammana con la sua Associazione Culturarte, insieme con Fabio Finocchiaro, ed altri tre sodalizi italiani di due città laziali ed una sarda, nell’Italian Flower Carpet. Giorno 16 marzo si terrà la cerimonia di apertura alla presenza del Governatore di Tokio, l’Ambasciatore italiano, autorità di Chiyoda, Ministero del Turismo, Mister Tokugawa, Capo del Comune, Palazzo Kioi. Un evento imponente, coinvolgente, e che ancora una volta (è la quarta presenza nella capitale del Sol Levante) vede protagonista l’estro e l’arte di Valentina Mammana con un bozzetto che è un vero inno alla Sicilia e realizzato nella sua fase progettuale con Seby Ruffino e Alessandro Di Benedetto.

Una nuova esperienza all’estero che sta maturando solo dopo poche settimane da quella vissuta in Belgio in occasione del “Flowers From Belgium”, quando davanti al Municipio della città di Temse, nella regione fiamminga di Waasland, per il 25° anniversario di Di Wase Vijverwinkel, è stato realizzato il primo tappeto di arte effimera con corteccia colorata ed altri prodotti naturali, erba, pietre e legno macinato. Valentina Mammana è stata invitata in qualità di  Presidentessa dell’Associazione CulturArte di Noto e Vicesegretaria della Commissione Internazionale delle Arti Effimere.

L’artista, infatti, si “divide” tra più ruoli che la portano spesso e sovente all’estero proprio per condividere e divulgare l’alfombrismo, l’elegante arte effimera dei tappeti colorati, ma la sua valigia è sempre pronta anche per altri e alti traguardi. Tutto cerca di fare per il raggiungimento di sempre ottimi obiettivi. Nella sua vita ha posto preponderante anche lo sport dove eccelle nel ruolo di arbitro volleystico, ne è prova la gara affidatale ad inizio marzo a Roma nel campionato di serie C femminile.

Gli aereoporti e i confini superati sono peculiarità anche della sua opera come artista; la tecnica, i colori, i messaggi, aprono nuovi palcoscenici dove farsi ammirare. Dall’8 al 31 marzo, solo per citare l’ultimo evento, l’opera “Ascoltando il mare” è esposta in Cataluña, nella collettiva “Dones en complicitat”.

Emanuela Volcan

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*