Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Noto, il ruolo degli Enti locali nello sviluppo socio economicoSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Noto, il ruolo degli Enti locali nello sviluppo socio economico

Noto, il ruolo degli Enti locali nello sviluppo socio economico

Nella sala dell’ex Cantina Sperimentale a Noto si è svolta una conferenza organizzata dal Movimento Civico “Democrazia e Territorio” avente per oggetto “ Il Ruolo degli Enti locali nelle Politiche di sviluppo socio-economiche”. Il Convegno ha visto la partecipazione dell’Amministrazione Comunale, nella persona dell’Assessore alla Cultura Giusy Solerte, il Consigliere Comunale Pietro Rosa, il Sindaco di Canicattini BagniMarilena Miceli e l’ex Sindaco di Noto, Corrado Valvo. La presidente del Movimento Genni Bandiera ha introdotto i relatori che hanno raccontato le loro esperienze sotto il profilo politico e sociale,  i diversi fenomeni socio- politici che hanno influenzato la crescita/decrescita del Paese Italia e  le ricadute che si sono avute sui territorio. “Alessandro Modica, giovane imprenditore, ha esternato le proprie esperienze lavorative della imprenditoria e della implementazione che potrebbe esserci se ci fossero più interventi mirati ed una minore burocrazia. Ha preso poi la parola Giovanni Mallia,economista, si è soffermato sulle diverse politiche economiche che hanno influenzato la crescita delSistema Italia dal dopoguerra ad oggi mettendo l’accento sulla necessità di rimodulare  l’intero Sistema produttivo a fronte di una Globalizzazione della economia sempre più imperante e totalizzante – ci ha raccontato il portavoce del Movimento “ Democrazia e Territorio Vittorio Padua-.  Orazio Scalorino, già Sindaco di Floridia, ha raccontato le sue esperienze mettendo in risalto la vision della politica sociale ed economica a fronte delle sfide dell’età post-moderna. L’intervento conclusivo è stato affrontato da Paolo Amenta, vice presidente dell’A.N.C.I. Siciliail quale ha messo in evidenza la  necessità di attuare una “ governance” dei territori  attraverso  reti che comprendano più comuni al fine di una integrazione di energie collaboranti finalizzate a  progetti comuni e ciò per accedere  ai finanziamenti europei in quanto l’Unione Europea non guarda più al singolo comune ma a macro-aree territoriali. Infine ha plaudito all’iniziativa della costituzione del Movimento “ Democrazia e Territorio” nell’ottica di una partecipazione dei cittadini che non guardano più ad un miope campanilismo ma sono aperti alle nuove sfide di un mondo globalizzato”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*