Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Noto, slitta la decisione sulle 10 finaliste al titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020SiracusaLive | SRlive.it
Home / Cultura / Noto, slitta la decisione sulle 10 finaliste al titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020

Noto, slitta la decisione sulle 10 finaliste al titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020

Il 15 novembre era il termine entro cui la Commissione avrebbe dovuto comunicare l’identità delle 10 finaliste al titolo di Capitale italiana della Cultura nel 2020; il verdetto, però, è slittato ai primi giorni del prossimo mese. Si spera non oltre, poiché le candidate dovranno poi prepararsi all’importante colloquio di gennaio ed illustrazione del proprio progetto, da cui dipenderà la scelta finale. Un titolo che al di là del grandissimo aspetto promozionale (ricordiamo che l’anno prossimo sarà Palermo, mentre nel 2019 toccherà a Matera, ma come Capitale europea della Cultura), vedrà lo stanziamento di un milione di euro per la vincitrice. L’iniziativa di selezionare ogni anno la “Capitale italiana della cultura” è stata introdotta con la legge Art Bonus (2014) poiché mira a sostenere, incoraggiare e valorizzare la autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della cultura, ed affinché venga recepito in maniera sempre più diffusa il valore della leva culturale per la coesione sociale, l’integrazione senza conflitti, la conservazione delle identità, la creatività, l’innovazione, la crescita e infine lo sviluppo economico e il benessere individuale e collettivo.

Per tutte le 31 candidate, compresa la Val di Noto, presentatasi  non nell’identità di un’unica città ma di 8 con capofila Noto, si prolunga l’attesa sulla scrematura dei 7 giurati: Stefano Baia Curionialla, Presidente, Franco Iseppi, Cristina Loglio, Giuseppe Piperata (che hanno valutato le candidature per l’anno 2018, titolo assegnato a Palermo, e confermati dal Ministro dei Beni e delle attività Culturali Dario Franceschini), Fabio Renzi, Segretario Generale di Symbola, scelto come componente in rappresentanza delle Regioni e delle Autonomie locali, Antonia Pasqua Recchia (Anci) e Francesca Cappelletti (Upi). Ricordiamo le 31 città in lizza:Agrigento, Bellano, Benevento, Bitonto, Casale Monferrato, Ceglie Messapica, Cuneo, Fasano, Foligno, Gallipoli, Lanciano, Macerata, Merano, Messina, Montepulciano, Noto, Nuoro, Oristano, Parma, Piacenza, Pietrasanta, Pieve di Cadore, Prato, Ragusa, Ravello, Reggio Emilia, Scandiano, Telese Terme, Teramo, Treviso e Vibo Valentia.

 
Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*