Home / Cultura / Noto, torna Kairòs: protagonisti, storie, luoghi e incontri della spiritualità

Noto, torna Kairòs: protagonisti, storie, luoghi e incontri della spiritualità

Con l’arrivo della primavera torna a Noto l’attesa settimana all’insegna di Kairòs, Festival di cultura e spiritualità giunto alla IV edizione. Organizzato dall’Associazione “Le Rotte di Ulisse”, con in testa Paolo Randazzo e Corrado Spataro, la manifestazione ha avuto il patrocinio del Comune di Noto e della Regione Siciliana. Come sempre tanti gli appuntamenti di rilievo che quest’anno ruotano attorno al tema “Quale potere?”, per dare l’opportunità di dialogare e riflettere su tematiche che attraversano la cultura contemporanea nello stile di Kairòs, ovvero pluridisciplinare e sempre attento a rispettare le modalità del dialogo, del confronto e dell’ascolto reciproco. Tanti anche gli ospiti. prestigiosi,di questa edizione. Grande il successo inaugurale, con il critico d’arte aretuseo Demetrio Paparoni che, sotto l’egida filosofica di Elio Cappuccio, ha parlato al pubblico con digressioni artistico-filosofiche sul rapporto tra arte e politica, censura e libertà artistica, ma soprattutto sul ruolo del diavolo nell’arte figurativa dal medioevo ai giorni nostri. “Il male è una componente dinamica della vita, ma se il Diavolo è dia-ballo, ossia separatore per antonomasia, paradossalmente esso stesso unisce artisti di ogni tempo nella percezione onnipresente della sua influenza nell’arte, soprattutto in quella moderna e contemporanea, quando questa, laicamente, si fa allegoria della società”. Di spessore anche gli spettacoli a teatro, come l’attesissimo “Il racconto di Macbeth”, di e con Vincenzo Pirrotta; la settimana, molto intensa, prevede incontri quotidiani nella sala di lettura della Biblioteca Comunale. Domani, mercoledì 29, l’economista Maurizio Caserta affronterà il tema “Poter del denaro, potere del lavoro”; giovedì, 30 marzo, dialogo tra gli studiosi Fabrizio Sciacca e Paolo Bellini su “Potere, libertà, e legge”; venerdì, in questa occasione in Sala Gagliardi di Palazzo Trigona di Cannicarao, ritorna lo storico Alessandro Vanoli per parlare di “L’ignoto davanti a noi, cosa resta del potere sul mondo”. Nel weekend ultimi importanti momenti e si inizia sabato, nel Salone delle Feste di Palazzo Nicolaci con la Lectio Magistralis del Vescovo di Noto, Monsignor Antonio Staglianò su “Quale potere per la chiesa del terzo millennio?”. Stesso luogo, giorno diverso, sarà in programma, per chiudere Kairòs, la lectio magistralis di Sebastiano Maffettone, docente alla Luiss di Roma e decano dei filosofi della politica italiana, sul tema “Il potere: soggetto e istituzioni”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*